Visualizza versione mobile

Giovedì, 28 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Premi ai docenti, ANP: nessuna contrattazione, decidono i presidi

di redazione
ipsef

Non fa retromarcia il sindacato rappresentativo dei dirigenti scolastici, l'ANP, relativamente alla gestione dei fondi per premiare l'impegno dei docenti che viene istituito dalla riforma della scuola.

In questi giorni abbiamo assistito ad un confronto a distanza, dopo l'incontro presso il Ministero che ha visto ad oggetto la gestione dei fondi per premiare i docenti meritevoli.

I sindacati rappresentativi dei docenti ( FLCgil, Cislscuola, Uilscuola, Snals Confsal. Mentre Gilda si è tirata fuori dai giochi) , infatti, hanno chiesto che le somme vengano contrattate ed inserite nel contratto d'istiutto. Di differente avvisaglia l'ANP che ritiene la competenza spetti esclusivamente ai dirigenti scolastici.

L'ANP, in particolare, afferma che i fondi non debbano rientrare nella contrattazione, anche se indicati come salario accessorio.

"Si cerca - afferma l'ANP in un comunicato - di far passare come un assioma indiscutibile quello che “retribuzione accessoria” significhi di necessità “contrattazione”: e ci si appella, come ad un mantra. ad un comma del DLgs. 165/01, che ha valenza generale. Peccato che, in quello stesso testo di legge, vi sia anche una disposizione specifica, che riguarda proprio il caso in questione (art. 40 comma 1): “Nelle materie relative alle sanzioni disciplinari, alla valutazione delle prestazioni ai fini della corresponsione del trattamento accessorio, […], la contrattazione collettiva è consentita negli esclusivi limiti previsti dalle norme di legge”. E la legge che ha istituito il bonus nulla dice in merito: un silenzio che implica che la contrattazione, qui, “non è consentita”."

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza