Sabato, 25 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Precariato. Il MIDA, unitamente ad Adida, scendono in piazza il 12 gennaio

di redazione
ipsef

Le GAE sono un diritto. Le GAE, intese come graduatorie ad esaurimento che permettono la collocazione e la conseguente assunzione a tempo indeterminato  dei docenti abilitati, su tutti i posti vacanti disponibili, dovrebbero essere uno dei sistemi di reclutamento garantiti a tutti gli abilitati di Stato (poiché ospitano anche gli abilitati all'estero con corsi di dubbia qualità).

Nella loro natura tali elenchi supplirono la mancanza di concorsi pubblici da parte dello Stato stesso per più di 12 anni. Se oggi sono ancora in vigore per alcuni come garanzia del ruolo indipendentemente dalla vittoria o meno di un concorso, a parità di titolo, lo devono essere per tutti e non solo per pochi, in virtù di un mero criterio anagrafico. Se si vuole insistere sul valore concorsuale del titolo, ci si spieghi perché i Diplomati Magistrali che lo posseggono non sono in GAE.

Dobbiamo sperare nella loro ammissione, altrimenti sappiamo che il governo e la magistratura agendo contra legem stanno lanciando un chiaro segnale: non terremo conto dei vostri diritti! Il MIDA, unitamente ad Adida, vi aspettano in piazza il 12 gennaio dalle 13:30 alle 18:30 davanti ad uno dei luoghi nei quali si consumano tali misfatti, il MIUR. A nulla serve un concorso che niente ha a che vedere con il merito e che già nasce viziato dalla profonda ingiustizia della garanzia del doppio canale per alcuni e della macelleria sociale per altri. Per opporci a questa ingiustizia TUTTI IN PIAZZA E TUTTI IN GAE.

Mascia Meleo Coordinatrice Mida Precari

 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza