Lunedì, 30 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Percorso educativo 0/6 anni, insegnanti e genitori d’accordo sugli obiettivi della scuola dell’infanzia

di redazione
ipsef

Atteggiamenti positivi nell’apprendimento, competenze emotive e competenze interpersonali: sono questi gli obiettivi educativi fondamentali secondo genitori e educatori nel percorso curriculare da 0 a 6 anni.

Sono i dati che emergono dalla ricerca CARE-Curriculum and Quality Analysis and Impact Review of European Early Childhood Education and Care (http://ecec-care.org), presentata  nel corso della prima delle tre giornate del XX Convegno Nazionale “Curricolo è responsabilità", che si tiene a Milano. 

I lavori proseguiranno sabato 27 nei servizi educativi del Comune di Milano e si concluderanno domenica 28 con un evento aperto al pubblico al Teatro dal Verme.

In Italia la ricerca CARE è stata condotta su un campione di 973 insegnanti e 1471 genitori di età compresa tra i 37 e i 45 anni che usufruiscono principalmente dei servizi scolastici comunali e statali e, in misura minore, di quelli privati. Ai partecipanti è stato chiesto di valutare, su una scala da 1 a 5, l’importanza delle competenze trasversali che il bambino dovrebbe acquisire durante il suo percorso prescolastico da 0 a 6 anni. Questi gli indicatori presi in considerazione: capacità di interazione, interesse per la diversità, abilità e conoscenze pre-scolastiche, competenze nei processi di apprendimento, attività fisica, competenze emotive, atteggiamento positivo attitudine all’apprendimento. A presentare i risultati dell’indagine – “Apprendimenti dei bambini e responsabilità degli educatori. Dati e riflessioni dal progetto europeo CARE” – i docenti dell’Università di Milano-Bicocca: Giulia Pastori, Chiara Bove, Piera Braga e Francesca Zaninelli.

Dai risultati ottenuti emerge una convergenza di opinioni tra insegnanti e genitori.
Se gli insegnanti assegnano un punteggio di 3,85 alle competenze interpersonali (rispettare gli adulti e i pari, rispettare le regole, rispettare le idee e gli interessi degli altri) da 0 a 3 anni, i genitori attribuiscono un punteggio di 3,84 alle stesse abilità. Questi valori aumentano nella fascia di età da 3 a 6 anni dove il punteggio attribuito è di 4,63 per gli educatori e 4,65 per i genitori. Scorrendo i dati emerge che gli ulteriori obiettivi educativi e di sviluppo ritenuti
importanti sono: le competenze emotive, quali comunicare e regolare le emozioni e provare empatia (nella fascia dai 0 ai 3 anni ottiene 3,92 dagli educatori e 3,97 dai genitori mentre nella fascia dai 3 ai 6 anni ottiene 4,6 dagli educatori e 4,66 dai genitori) e gli atteggiamenti positivi nell’ apprendimento, quali l’apertura al nuovo, la perseveranza, la fiducia in se stessi (dai 0 ai 3 anni ottiene un punteggio di 4 per gli insegnanti e di 4,04 per i genitori mentre nella fascia 3/6 il punteggio sale a 4,51 per gli insegnanti e 4,56 per i genitori). 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza