Mercoledì, 01 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

La partita di Infanzia nelle immissioni in ruolo. Lettera

di redazione
ipsef

Caro Presidente Matteo Renzi, è stato proprio come giocare una partita. Ma non una partita qualsiasi. La partita. Quella più importante.

Il mio nome è Infanzia e tutto inizia il 13 luglio 2015. Mi preparo bene, studio la legge e come tante trascorro l'estate a cercare di pianificare le varie mosse. Prima provincia Napoli, Roma o Milano? Vado da sola o porto con me la famiglia? Forse è meglio che cambio l'ordine delle province?

Niente deve essere lasciato al caso. Finalmente è il momento di giocare.

Sono pronta, 2 settembre 2015 ore 24:00, inizia il primo tempo. L'ansia è forte, il cuore pulsa, cammino su e giù per la casa, il tempo sembra essersi fermato. Eccola è arrivata: "Il contratto di nomina relativo alle operazioni di assunzioni non è stato prodotto..." L'arbitro fischia la fine del primo tempo.

Riprendo le energie e ricomincio a sperare, ce la posso fare, ce la devo fare. Eccomi di nuovo pronta, 10 novembre 2015 ore 16:00, inizia il secondo tempo. Passano i minuti, le ore, non mollo e aspetto, prego e provo a smorzare l'ansia. Triplice fischio, è finita.

Confusa mi guardo intorno e vedo le mie compagne che iniziano ad esultare, partono selfie a gogo, brindisi, abbracci. È una grande festa. Sono felice per loro, come non esserlo, è da anni che si aspetta questo momento. Intorno a
me cala il vuoto assoluto, sembra quasi che per tutti improvvisamente io sia diventata invisibile: "L'aspirante docente non ha partecipato alle operazioni di assunzioni..."

Eppure io quella partita ho contribuito a vincerla, l'ho giocata come le altre fino all'ultimo minuto. Si spengono le luci nello stadio e sul tabellone lampeggia il risultato finale, 48.794! In fondo non era una partita qualsiasi. Era la partita. Quella più importante.

p.s. non sono un docente, sono solo uno dei tanti che ancora "... è capace di tremare d'indignazione ogni qualvolta si commetta un'ingiustizia..."

Mariano Marchese

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza