Sabato, 02 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

La nuova cdc A9 comprende discipline che non soddisfano le competenze richieste per il Corso di Grafica del Liceo Artistico. Lettera

di redazione
ipsef

Siamo docenti di A007 (Arte della Fotografia e della Grafica Pubblicitaria), di Ruolo e Precari.

Vogliamo sottolineare a Codeste Dirigenze gli illeciti che continuano a perpetrarsi nei confronti della nostra classe di concorso che diventerà A10, ai sensi della tabella A allegata al regolamento delle future classi di concorso, con l’assegnazione delle discipline d’indirizzo nel biennio e quinto anno dell’indirizzo del Liceo Artistico Grafica alla nuova A9, comprensiva di un insieme di discipline che niente hanno in comune con le specifiche competenze richieste dalle Indicazioni Nazionali proprie del Corso di Grafica del Liceo Artistico con cui, invece, a norma delle tabelle All.I annesse al regolamento giusto “DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 marzo 2010, n. 89 Regolamento recante revisione dell'assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei a norma dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133. (10G0111) (GU n. 137 del 15-6-2010 - Suppl. Ordinario n.128)”, gli unici ammessi alla confluenza insieme ai docenti abilitati di Grafica (Arte grafica Pubblic.etc), sono i docenti che hanno insegnato nel progetto Assistito Grafico-Visivo Leonardo con la classe di concorso A21.

Contrariamente a quanto riguarda l’ Audiovisivo/ Multimediale, con cui la A007 confluisce di diritto con un preciso Corso d’Ordinamento, ossia con il Codice C018/A007 Immagine fotografica, filmica e televisiva Michelangelo e non con una generica atipicità. Il Progetto assistito Leonardo Grafico Visivo, con le disposizioni emanate dal l’O.M 332/96 , tra la cl. di concorso A007(Grafica Pubblicitaria e Fotografia) e la cl.di concorso A21( Discipline pittoriche), prevedeva solo un’atipicità e solo per questione di comodo da parte degli amministratori Miur che, in questo modo, riuscivano a collocare gli esuberi dell’organico della più copiosa A21 che rimaneva competente, nel Grafico Visivo Leonardo, ad insegnare nel primo biennio ma non nel secondo biennio e 5° anno, primo, per mancanza di competenze a livello di titolo d’accesso, secondo, a livello di percorso caratterizzante il “Leonardo Grafico-Visivo” per le discipline specialistiche del 2° biennio e 5°anno per cui i colleghi di Pittura non erano e non sono abilitati, come Progettazione Grafica e il relativo Laboratorio (O.M.39/98), terzo, in quanto fuorilegge, poiché la 332/1996 non era stata recepita dall’O. M 39/98 e quindi non aveva nessuna valenza giuridica.

La Direzione Generale già dal 1998, con l’uscita dell’O.M. 39/98, ha eluso la normativa e a quanto pare, sta continuando a tutt’oggi, ad applicare l’O.M 332/96 che prevedeva classi di concorso atipiche che l’O.M. 39/98 non aveva preso più ad Ordinamento visto che la 39/98 aveva perfettamente inquadrato chi poteva insegnare cosa. Ecco uno stralcio della relazione illustrativa Miur, allegata alla bozza di regolamento antecedente a quella approvata dal Senato in data Gennaio 2016 e che porta la data del novembre 2012 e precisamente le affermazioni contenute al punto 2, comma b e comma c, comma e.

L’art.4 comma 1 recita: La riapplicazione di dette atipicità doveva essere ultimamente prevista solo per quei docenti che “ con incarico a tempo indeterminato attualmente titolari di insegnamenti attribuiti, a una diversa classe di concorso, mantenevano le attuali sedi e cattedre o posti di titolarità, qualora risultassero perdenti posto, con il diritto alla mobilità per gli stessi insegnamenti nella stessa tipologia di percorso, norma di salvaguardia, reiteratamente sollecitata dal CNPI nell’ambito dei pareri sul precedente schema di regolamento, atta a tutelare le situazioni venutesi a creare in seguito alla stagione delle sperimentazioni degli anni 90, nell’ambito delle quali determinati insegnamenti erano assegnati a classi di concorso atipiche. Si fa presente che dette atipicità non furono, comunque, accolte a ordinamento nell’ambito del successivo DM 39/1998, e dunque si configurano come “eccezioni” dovute a ipotesi di lavoro esperite nei vari decreti di sperimentazione ovvero a particolari caratteristiche di docenti presenti nelle istituzioni richiedenti.

Ovviamente, l’esaurimento di dette sperimentazioni fa venir meno le predette condizioni ma appariva utile tutelare le persone che avevano maturato determinate esperienze, consentendo loro la prosecuzione dell’attività (e quindi, solo per chi rientrava in quel tipo di situazione). E’ stato introdotto, inoltre, un riferimento esplicito all’articolo 14, comma 17 del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, il quale detta particolari disposizioni al fine di ottimizzare l’utilizzo dei docenti risultanti in esubero, al fine di sottolineare la neutralità del decreto rispetto ai risultati a oggi conseguiti.” Contrariamente, a quanto pare queste eccezioni, con la nuova riforma delle classi di concorso, si stanno estendendo a piacimento senza tenere conto di quanto sopra descritto, ledendo i diritti di chi ha fatto un percorso specifico di studi e abilitazione specifica. La Legge va rispettata e va applicata nella tutela e nel rispetto del più debole. Desidereremmo pertanto, chiedere ai Dirigenti Ministeriali, al Dott. Chiappetta, al Dott. De Angelis il quale faceva parte della Commissione, quale sia l’attinenza tra le classi di concorso comprese nella nuova A9 e di cui fanno parte, Pittura (A21), Mosaico, Restauro e doratura delle lacche, decorazione pittorica e così via, con le competenze relative alla Grafica insegnata nel triennio specialistico del nuovo Liceo Artistico indirizzo Grafica sopra descritta.

Il Dott.Chiappetta e gli esperti della Commissione preposta, di cui non conosciamo gli altri componenti, giusto per la trasparenza, ci potrebbero spiegare le affinità della e x A007(prossima A10) Arte della Fotografia e della Grafica con questa nuova A9 a cui sarà concesso di insegnare Grafica nel secondo biennio e 5° anno d’indirizzo solo con un titolo congiunto generico mentre a chi fa il percorso specifico di abilitazione in Arte della Fotografia e Grafica Pubblicitaria per insegnare Progettazione Grafica (Disegno Professionale) e laboratorio è richiesto il titolo congiunto specifico di Maturità Grafica pubblicitaria pur avendo lo stesso titolo di Accademia? Ci potrebbero spiegare l’atipicità, le competenze e la formazione delle classi di concorso racchiuse nella A9 sopra menzionata e la relazione con l’insegnamento delle discipline caratterizzanti e specialistiche richieste dalle Indicazioni Nazionali nel 2° biennio e 5 anno così come previsto dagli obiettivi di cui all'articolo 64 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133” con cui si vuole armonizzare la disciplina delle classi di concorso con le esigenze dei nuovi percorsi di istruzione del primo e del secondo ciclo di istruzione, ridefiniti in base ai criteri fissati dal citato articolo 64 e attraverso i provvedimenti inerenti gli obiettivi specifici di apprendimento; Non di meno la totale mancanza di titoli d’accesso a norma del D.M. 39/98 e la mancanza di abilitazione all’insegnamento di discipline progettuali fondamentali.

Forse che eventualmente, ne potrebbero beneficiare solo i docenti che si trovassero nella situazione delle eccezioni sopra descritte (vedi docenti A21 esubero sperimentale Grafica Leonardo)? Ci potrebbero spiegare perché vengono istituite abilitazioni specifiche se poi tutti possono insegnare senza un piano di studi mirato e un titolo certificato una data materia? Grafica, Tecniche Multimediali Grafiche, Fotografia, e Comunicazione Visiva. http://attiministeriali.miur.it/anno-2004/ottobre/dm-07102004-n-82.aspx La classe di concorsoA21 (Discipline pittoriche), è caratterizzata dalla Percezione Visiva: La percezione visiva, in particolare, ha come oggetto di studio l’esperienza percettiva della visione, ovvero ciò che noi vediamo, così come lo vediamo. La classe di concorso A7 (Arte Fotografia e Grafica Pubbl.), è caratterizzata dalla Comunicazione Visiva.

Per Comunicazione visiva si intende invece, «la trasmissione di un messaggio tramite un’immagine. «Il termine grafica indica il settore della “produzione artistica” orientato alla “progettazione” ed alla realizzazione di prodotti per la comunicazione visiva». I termini Design o Graphic Design sono oggi usati per definire la progettazione di un qualsiasi prodotto di comunicazione purché questa sia comprensiva di tutti i livelli; dalla strategia, alla creatività fino all'esecuzione tecnica. Gli aspetti operativi e tecnici dell’analisi grafica, la percezione e gli elementi del linguaggio visuale devono essere esplorati nel biennio del Liceo Artistico di Grafica (A9), mentre la Comunicazione e la Lettura completa delle immagini sono di pertinenza del triennio (A007). Questi gli ultimi piani di studio Cobaslid del 2004: http://attiministeriali.miur.it/anno-2004/ottobre/dm-07102004-n-82.aspx Non ci sembra di averne vista traccia delle stesse nei piani di studio di A21 Pittura. Forse continuate costantemente a dimenticare che chi insegna Grafica proviene soprattutto dagli Istituti D’Arte e dalle Accademie e che pertanto ha le stesse basi artistiche comuni con le discipline in generale, salvo la fondamentale differenza della diversa connotazione d’indirizzo e la differente abilitazione Specialistica agli insegnamenti dal secondo biennio e nel 5° anno in generale. Le Indicazioni Nazionali relative ai nuovi percorsi Liceali definiscono chiaramente nel percorso di Grafica Liceo Artistico qual è l’indirizzo caratterizzante dello stesso da cui si rileva chiaramente che il tipo di Grafica richiesto dagli obiettivi specifici d’apprendimento di cui si richiede venga trasmesso l’insegnamento nel 2° e 5° anno del Liceo Artistico di Grafica non è quello di Grafica d’Arte quali:  Arte della grafica e dell’incisione  Discipline pittoriche  Arte della xilografia,  Calcografia e litografia  Arte della decorazione  Arte Pittorica e scenografica  Arte delle lacche, della doratura e del restauro  Arte del mosaico e del Commesso.

L e Indicazioni Nazionali parlano chiaro! “Le classi di concorso identificano gli insegnamenti per la scuola secondaria di primo e secondo grado e i corrispondenti requisiti necessari per l’accesso ai relativi percorsi di abilitazione all’insegnamento; ne deriva che “ le classi di concorso rivestono enorme rilevanza per la qualità futura della formazione degli studenti nelle scuole italiane, poiché dalla loro determinazione dipendono le competenze degli insegnanti nelle discipline nelle quali saranno abilitati”. Pertanto Chiediamo Che:  l’insegnamento delle discipline grafiche caratterizzanti l’indirizzo del Liceo Artistico Grafica vengano assegnati solo alla nuova A10 (ex A007 - Arte della Fotografia e della Grafica Pubblicitaria) nel secondo biennio e 5° anno, giuste Indicazioni Nazionali e obiettivi specifici d’apprendimento, o ai colleghi della classe di concorso nuova A9 che sono in possesso dei titoli congiunti specifici che vengono richiesti alla nuova A10 per l’insegnamento della disciplina e la relativa abilitazione all’insegnamento della Grafica e non un comune titolo generico di Maturità.

Si allegano alla presente:

1) Tabella confluenza allegato I - Regolamento disciplinato DPR del 15 marzo 2010, n. 89 da dove si evince che confluisce il (progetto assistito) Leonardo/ Grafico Visivo nel Nuovo Grafico e tutti i docenti A21(Pittura) che ci lavoravano, (ammessa e non concessa l’astratta atipicità sancita dall’O.M.332/96 e non più ad ordinamento dal 1998/98 O.M.39/98) quindi Organici illegali da tale data e reiterati, fino al 2015/2016 con immissioni in ruolo di docenti A21 su posti che toccavano ad A007.

2) Tabelle titoli d’accesso Vecchie e nuove classi di concorso;

3) Grafico Visivo Leonardo.Decreto istitutivo;

4) Indirizzo Ordinamenti previgenti con i codici relativi agli esami di Stato e che sono confluiti giusta tabella regolamento nel nuovo Indirizzo Grafica, compreso il Progetto Leonardo Grafico/Visivo;

5) Indicazioni Nazionali facenti parte del Regolamento e relative al 2 biennio e 5° anno Liceo Artistico Grafica con obbiettivi specifici d’apprendimento. 6) Figura e competenze del docente di Grafica (A007 Arte della Fotografia e della Grafica Pubblicitaria). 7) Piani di Studio Cobaslid A7(Arte Fot. e Graf.) e A21 (Pittura).

Distinti saluti

Cordinamento Docenti di A007

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza