Visualizza versione mobile

Martedì, 26 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Neoassunti, piattaforma Indire e primi adempimenti: inserire bilancio competenze e peer to peer

di Katjuscia Pitino
ipsef

Neoassunti, piattaforma Indire: primi adempimenti del docente, brevi indicazioni

La Piattaforma Indire, attiva dal 18 febbraio, permette già ai docenti neoassunti di accedere all’ambiente online che servirà da supporto al loro periodo di formazione e prova. L’ambiente si compone di due attività specifiche così denominate: il Portfolio e i Questionari.

Nella sezione Portfolio il docente neoassunto troverà i seguenti link:

  • Bilancio delle competenze in ingresso che ha già impegnato i docenti neoassunti nei mesi passati;
  • Curriculum formativo che costituirà parte integrante della documentazione e sarà consegnato al comitato per la valutazione per la discussione finale;
  • Attività didattica 1
  • Attività didattica 2
  • Bilancio delle competenze in uscita (accessibile a partire da metà maggio)
  • Sviluppo futuro delle competenze (accessibile a partire da metà maggio)
  • Forum (la cui partecipazione non è obbligatoria ai fini della formazione)

La sezione Questionari ha lo scopo di raccogliere informazioni ed impressioni sugli incontri formativi che si terranno a livello territoriale, sia nella fase iniziale che in quella finale.

Il questionario incontri iniziali e finali dovrà essere compilato dopo l’ultimo incontro in presenza ed è considerato requisito per la chiusura della formazione online. Lo scopo del questionario è quello di raccogliere punti di forza e criticità riguardo agli incontri di carattere generale con intenzioni migliorative.

Il questionario laboratori formativi dedicati (di cui all’art.8 del D.M. 850 del 2015) ha l’obiettivo di raccogliere informazioni ed impressioni sui laboratori formativi; anche la compilazione di questo questionario è considerato requisito per la chiusura della fase di lavoro online.

La sezione Peer to Peer sarà accessibile a partire da metà marzo.

La sezione Attività online sarà accessibile a partire da metà maggio

Si ricorda che la formazione si snoda su tre versanti: a livello scolastico con il supporto del tutor, a livello territoriale che si estrinseca nei cosiddetti laboratori formativi (art.8 del D.M. n.850 del 2015) organizzati sulla base delle 8 aree indicate nell’articolo 8 del decreto, durante questa tranche della formazione i docenti saranno seguiti da un docente coordinatore del laboratorio ed infine il terzo versante, quello della formazione online, che comprende un monte orario complessivo di 20 ore (art.10 del D.M. n.850 del 2015).

Cosa fare adesso?

E’ possibile già:

-ricondurre in formato digitale il Bilancio delle competenze iniziale che il docente neoassunto ha elaborato in cartaceo. A quanto si legge sulla piattaforma l’attività di compilazione può essere svolta in più sessioni di lavoro.

-dedicarsi alle attività 1 e 2 che sono direttamente riconducibili al “peer to peer”, parte che come sappiamo, ai sensi del D.M. n.850/2015 e della Nota 36167/2015 Allegato 1 Quadro di sintesi del percorso formativo per i docenti neoassunti” interessa il docente neoassunto e il tutor che gli è stato assegnato.

Le due attività da documentare sulla piattaforma dovranno essere le stesse svolte o da svolgere insieme alla presenza del tutor. Si evince che si tratta di quelle che rientrano nel monte orario da dedicare alla progettazione (3 ore) e all’osservazione che il tutor dovrà effettuare nella classe del docente neoassunto (4 ore).

Per la compilazione delle attività didattiche, la piattaforma mette a disposizione dei docenti una guida, fornendo indicazioni utili.

Ciascuna attività didattica comprende tre parti:

  • progettazione
  • documentazione
  • riflessione

Per la parte relativa alla progettazione, al docente neoassunto viene richiesto di allegare un file documentativo e materiale didattico utilizzato durante lo svolgimento della lezione.

Detta progettazione inerente le due attività rappresenta il frutto del lavoro condiviso e collaborativo con il tutor e permette di incentivare, grazie ad altre due sezioni da compilare, presente all’interno delle due attività “Riflessione sulla progettazione” e “Riflessione complessiva sull’attività”, l’aspetto metacognitivo della formazione, trasformando così il docente neoassunto in un vero e proprio “professionista riflessivo”.

Per questa fase anche al tutor spetta offrire un supporto significativo al suo tutee.

Scarica le indicazioni dell'Indire

Tutta la guida sui Neoassunti

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza