Visualizza versione mobile

Martedì, 26 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

La mobilità? Si potrebbero accontentare tutte le richieste. Lettera

di redazione
ipsef

Apprezzando la volontà del Governo nel voler stabilizzare migliaia di docenti, la categoria lamenta unanime le problematiche relative al criterio utilizzato che porta ad una completa destabilizzazione.

Nella fase di mobilità straordinaria preannunciata si vuole portare ordine cosicché docenti fuori sede possano riavvicinarsi alla propria famiglia ma le proposte di applicazione non permetteranno tutto ciò.

Tutti i posti nati nel mese di Novembre non hanno permesso nelle varie fasi di immettere in ruolo sulle cdc e posti di sostegno nelle province dove per anni i docenti hanno svolto servizio e acquisito esperienza o ne hanno avuto merito tramite concorso.

Nonostante il grande valore dei posti di potenziamento, ad oggi le cattedre di fatto dimostrano di avere più valenza perché esistenti da sempre e su cui vengono dati sistematicamente assegnazioni provvisorie e incarichi al 30 giugno.

Pertanto si chiede

  1. Per trasferimenti, passaggi di cattedra e immissioni in ruolo di utilizzare tutte le cattedre di diritto, di fatto e di potenziamento
  2. Togliere ogni vincolo e dare la possibilità a tutti di fare domanda di trasferimento e passaggio di cattedra
  3. Dare titolarità su sedi definitive e non contratti triennali su ambiti territoriali
  4. Immettere in ruolo sulle cattedre rimasti disponibili tutti i docenti che sono rimasti nelle Gae o che devono essere inseriti perché già in possesso di abilitazione.

Cosi che tutti possano vivere vicino la propria famiglia.

La stabilizzazione con titolarità e la continuità didattica permetterà ad ogni docente di trasmettere al massimo le proprie conoscenze culturali e i sani valori di cui si è in possesso. Questo sarà indubbiamente un vantaggio per la scuola di cui i maggiori beneficiari saranno gli studenti e il futuro del Paese.

Fiduciosi che il Governo e tutti i Sindacati si impegneranno affinché ciò avvenga.

Il mondo della scuola attende un imminente riscontro

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza