Lunedì, 27 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Mobilità interprovinciale fase 0 e A sarà vicina al nulla di fatto. Lettera

di redazione
ipsef

E' scontato dire che la fase interprovinciale per gli aspiranti di FASE 0 e A sarà vicina al nulla di fatto.

Se oltre ai docenti assunti entro il 2014 si andrà in coda anche ai docenti di fase B e C assunti da GAE, la mobilità interprovinciale è inutile. Infatti non è difficile capire che:

i docenti del Sud , che potranno scegliere in ordine 100 province (o i loro ambiti), avranno quella più vicina alla loro residenza saturando anche le province a cui non sarebbero mai interessati come prima scelta, togliendo quindi agli altri docenti la possibilità TOTALE di rientro (es: un palermitano a Milano preferirà dopo Palermo e la Sicilia tutte le province meridionali, perchè più vicine).

Uno stesso docente di fase ZERO assunto a Cuneo non riuscirà mai a rientrare a Palermo se prima di lui tutti possono scegliere Palermo e tutte le province limitrofe e meno limitrofe.

Non è neppure difficile capire che il flusso di rientro sarà da Nord a Sud e che quindi gli ante2014 (che per legge sarebbero come i fase 0 del 2015) e i gae B e C avranno ciò che desiderano (già i fase C hanno avuto la strana possibilità di avere la prima provincia richiesta).

Fino allo scorso anno la parità fra docenti che si muovevano in Provincia o Fuori Provincia (mobilità territoriale) era garantita dal PETTINE-PUNTEGGIO, senza code e senza blocchi discriminatori (con precedenza nei movimenti all'interno della provincia)

E' assurdo immaginare che i docenti assunti su turn-over nel 2015 (quindi entro il triennio) non siano stati equiparati agli assunti 2014/2015 pur essendo previsti nella stessa programmazione delle assunzioni secondo la normativa precedente (Ministero Carrozza) e non assunti per ovvia solita italiana contabilità disastrata. Se le code e le discriminazioni di questa sequenza contrattuale saranno legittime lo deciderà il tribunale, perchè dopo aver già strappato le tessere, dei sindacati non vogliamo più sapere niente.

ENNIO ECUBA

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza