Martedì, 24 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Mobilità: fate valere i punteggi delle GaE, altrimenti si perde servizio delle scuole paritarie. Lettera

di redazione
ipsef

Daniela Lo Giudice - Sono una docente assunta nella fase B, la mia posizione in GAE (Sr) era la prima. Purtroppo non essendoci cattedre intere per la mia classe di concorso, sono stata assunta nella provincia di Firenze. 

Per la mia classe di concorso sono stati assunti nella fase B tutti quelli che avevano prodotto domanda, anche docenti che non avevano fatto neppure un giorno di insegnamento per la mia classe di concorso e per la quale avevano conseguito l'abilitazione solo al fine del punteggio.

In vista della mobilità straordinaria, si dice che gli anni di insegnamento presso una scuola paritaria non posso essere conteggiati, quindi io che ho fatto 10 anni nel paritario non posso conteggiare neppure un punto, mentre le colleghe che avevano insegnato nello statale seppur in altra classe di concorso, possono inserire metà del punteggio.

Quindi paradossalmente, io che ero prima nella mia classe di concorso, parteciperò al trasferimento con la sola abilitazione e titoli, diventando ultima, mentre docenti che erano ultimi diventeranno primi e andranno ad insegnare una materia che non conoscono per nulla e avendo il vantaggio di lavorare sotto casa!

Ma vi chiedo, il miei punti in GAE a cosa sono serviti, ad avere una sede provvisoria? Io vorrei che i punti in GAE valgano ancora per la mobilità straordinaria per ottenere la mia sede definitiva!

Credo che il computo dei punti per la mobilità straordinaria non possa essere fatto come quello che avveniva per gli anni scorsi. La ringrazio anticipatamente per la vostra collaborazione.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza