Martedì, 24 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Mobilità per docenti di sostegno: rimane il vincolo quinquennale. Dichiarazione UIL

di redazione
ipsef

I docenti di sostegno che per l'a.s. 2016/17 vorranno richiedere mobilità, saranno come sempre sottoposti al vincolo quinquennale. Nè la trattativa sindacale nè l'emendamento al Milleproroghe sono andati a buon fine.

L'emendamento infatti è stato respinto in quanto estraneo alla materia.

La soluzione alternativa era quella di inserire nell'ipotesi del contratto sulla mobilità per il personale docente per l'a.s. 2016/17, una deroga, come altre introdotte per altre situazioni.

Quella del sostegno indubbiamente è una questione delicata, che il Ministero non ha voluto affrontare, anche perchè derogare al vincolo quinquennale potrebbe avere ricadute importanti anche dal punto di vista didattico, per cui forse la discussione avrebbe dovuto spostarsi anche in ambito politico.

Dunque, rimangono invariate le norme sulla mobilità dei docenti di sostegno per quanto riguarda i trasferimenti (a parte la novità per i DOS che acquisiranno titolarità nella scuola, di cui vi abbiamo già dato anticipazione Mobilità. Trasferimento provinciale: vi anticipiamo come acquisiranno la titolarità i DOS

Il sindacato UIL, pur firmando il contratto, ha chiesto che venisse messa a verbale la seguente dichiarazione

"La UIL sostiene che al pari delle previste deroghe normative, attuate nel CCNI sulla mobilità, anche per i docenti di sostegno, si sarebbe dovuto consentire la mobilità professionale e territoriale, anche interprovinciale, senza alcun vincolo.

Mobilità insegnanti: vincolo quinquennale sul sostegno, come e quando si valuta

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza