Visualizza versione mobile

Lunedì, 25 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Mobilità docenti neoimmessi in fase B. Proposta per correggere l'anomalia rispetto alla fase C: il caso limite di chi è stato assunto su disciplina mai insegnata. Lettera

di redazione
ipsef

Giuliano Piccinno - Ho letto la lettera inviata dai docenti immessi in ruolo in fase B che giustamente si sentono penalizzati rispetto ai colleghi della fase C.

Vorrei far notare che quella proposta, sacrosanta, non tiene conto di situazioni ancora più penalizzanti (per i docenti) e imbarazzanti (per il Ministero) che si sono venute a creare con il famigerato algoritmo e che purtroppo non sembra possano essere sanate con la mobilità che ha intenzione di mettere in atto dal ministero.

Parto da un caso concreto per esemplificare: un insegnante ha due abilitazioni, A047 Matematica - II grado - nella cui Gae è primo nella sua provincia ed ha un punteggio tale da risultare primo in tutta italia in una eventuale graduatoria unica (20 anni di
precariato) e A059 Matematica e scienze - I grado - dove non ha mai lavorato e non ha ne punteggio.

Il Ministero gli impone di fare domanda su tutte e due le classi di concorso e l'algoritmo stabilisce che dovrà essere assunto in fase B nella classe di concorso, la A059 dove non ha mai voluto insegnare e non ha alcuna esperienza.

Tralasciando il danno che deriva alla Scuola da questa situazione, veniamo al danno che ne deriva in termini di equità e giustizia al docente. Il docente in questione che sarebbe stato assunto in fase C nella sua provincia per insegnare la sua materia e, visto gli anni di servizio, ci sarebbe rimasto con la mobilità, viene inviato a 800 km da casa ad insegnare una materia "non sua" e con la quasi certezza di non poter tornare a casa perchè per quella materia (data la carenza di insegnanti -ASSURDO) probabilmente non sarà previsto potenziamento.

Intanto anche chi non aveva fatto neanche un giorno di insegnamento nella A047 (dove ricordo il docente di cui trattasi era primo in Gae) viene assunto nella propria provincia in fase C con ottime possibilità di rimanerci. La fortuna è stata non essere stato in possesso di una seconda abilitazione!

Non so se questo è un caso limite ma è tanto reale quanto assurdo e nessuno sembra volersene occupare, tanto meno i Sindacati.Tutto questo per dire che la proposta di modifica dell'algoritmo che giustamente fanno i docenti assunti in fase B dovrebbe comportare anche la possibilità di scegliere, per chi era presente in Gae in due o più Classi di concorso, la Cdc a cui l'algoritmo dovrà dare la precedenza.

Questo per Equità, Giustizia e... perchè la scuola per prima ne trarrebbe giovamento.

Mobilità docenti neoimmessi in fase B. Proposta per correggere l'anomalia rispetto alla fase C

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza