Sabato, 25 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Mobilità 2016/17: Fase B pronta a stracciare tutte le tessere sindacali. Lettera

di redazione
ipsef

inviata da Prof.ssa Trigilia Marilena - Ci sono incubi ricorrenti che tutti noi ci siamo ritrovati a fare, cadere nel vuoto senza riuscire a salvarsi, provare a scappare dalla catastrofe ma avere i piedi incollati a terra, parlare ma accorgersi di essere diventati assolutamente invisibili a tutti … ecco, noi docenti ormai siamo abituati a questi sogni poco piacevoli, ma ce n’è uno che da incubo si è trasformato in realtà conclamata … siamo diventati assolutamente INVISIBILI!!!

Noi docenti neo assunti in fase B siamo stati trattati come una scheda anonima piena di dati e numeri all’interno di un computerone che ha deciso di spedirci dove meglio gradiva ai quattro angoli dello stivale, senza che fosse possibile capirne la logica e riceverne spiegazione alcuna!!

Chiunque riceva un trattamento che non ritiene giusto ha un solo pensiero, rivolgersi a chi è pagato per difenderlo, cioè nel caso dei lavoratori il sindacato … ed è qui che comincia a materializzarsi l’incubo… I sindacati non ti ascoltano e non fanno i tuoi interessi, sembri diventato invisibile perché appartieni ad una categoria che evidentemente “rende” di più se reclutabile per ricorsi vari , non degna di essere ascoltata per essere rappresentata davanti al datore di lavoro, nel nostro caso il Miur!! Allora, forse ci sfugge qualcosa: i sindacati per definizione sono rappresentanti dei lavoratori, difendono i loro diritti e fanno i loro interessi. Ma per farlo manca un passaggio,devono ascoltarli i lavoratori e devono essere certi di conoscere i loro interessi e il loro volere!! I sindacati stanno al momento facendo una battaglia che ha più il sapore di un braccio di ferro personale per rivendicare la propria forza piuttosto che una battaglia al servizio dei docenti che risultano loro tesserati!

In questi giorni si sta discutendo il contratto per la mobilità, gli incontri avvengono tra il Miur e i sindacati, ma chi si è posto il problema di ascoltare i lavoratori??? Il Miur dà per scontato che i lavoratori siano rappresentati dai sindacati…ma i sindacati quando avrebbero chiesto parere sul da farsi ai loro iscritti?? Noi docenti della fase B stiamo vivendo l’incubo dell’invisibilità…vediamo come davanti ad un maxischermo la nostra vita discussa e decisa…ma senza poter fare nulla, perché più provi a parlare e meno ti ascoltano, più provi a far capire le tue ragioni e più ti accorgi che la volontà di azione va da tutt’altra parte e che poco ha a che fare con quelli che sono i tuoi interessi!!!

La domanda che ci facciamo allora è questa…per svegliarci noi docenti da quest’incubo, abbiamo bisogno di staccare la spina ai nostri sindacati?? Abbiamo bisogno veramente di chi fa gli interessi di tutti tranne che i nostri? Abbiamo ancora voglia di far parte di un movimento o sigla sindacale che sembra vivere di vita propria dimenticando che la linfa vitale sono gli iscritti??

Beh, forse in effetti non siamo i soli a doverci svegliare e sappiamo bene che quando i sonni sono tormentati solo uno scossone può risvegliarci e allora lo scossone che noi docenti della fase B possiamo dare è uno e ben preciso… stracciare le tessere di quei sindacati agli occhi dei quali siamo invisibili e iniziare a far capire che non siamo più disposti a vivere da spettatori la nostra vita lavorativa, contrattuale, sociale!!

Svegliatevi sindacati, perché i docenti hanno ben in mente i loro obiettivi e non si faranno mettere da parte da nessuno!!

Docenti ruolo 2015 fase B

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza