Domenica, 26 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Minacce e furti in classe: i genitori si rivolgono al provveditore

di redazione
ipsef

Un gruppo di genitori di studenti di un istituto professionale di Imperia si sono rivolti al provveditore, perché in una classe volano minacce, insulti a studenti e professori, oltre al verificarsi di furti e lancio dei registri di classe dalle finestre.

 "La classe è disturbata da alcuni studenti indisciplinati - scrivono i genitori al provveditore - che non permettono lo svolgimento delle lezioni. Ci siamo più volte rivolti al preside che ci ha risposto di non poter fare di più, se non sospendere i ragazzi per brevi periodi, ma al loro rientro nulla cambia". Il provveditore Franca Rambaldi ha concordato col preside una serie di incontri coi genitori. 

"Non possiamo cacciarli o arrestarli. E' logico che se un ragazzo lascia dieci euro sul tavolo, c'è il rischio che qualcuno se li prenda. Questi ragazzi, 4 o 5 in tutto, sono stati più volte sospesi e abbiamo proposto ai genitori un percorso alternativo, ma ci hanno risposto che loro stessi non sono in grado di controllarli e che poi lavorano tutto il giorno", ha però spiegato il preside.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza