Visualizza versione mobile

Domenica, 28 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Istruzione in Italia. Dati Eurostat: l'Italia è avanti solo alla Romania in UE per investimenti nella scuola e nella cultura

di redazione
ipsef

L'Italia è all'ultimo posto in Europa per percentuale di spesa pubblica destinata all'istruzione (7,9% nel 2014 a fronte del 10,2% medio Ue) e al penultimo posto per quella destinata alla cultura (1,4% a fronte del 2,1% medio Ue). E' quanto emerge da dati eurostat sulla spesa governativa. 

La percentuale di spesa per istruzione è scesa di 0,1 punti rispetto al 2013. Se si guarda alla percentuale sul Pil - rileva l'Eurostat - la spesa italiana per l'educazione è al 4,1% a fronte del 4,9% medio Ue, penultima dopo la Romania (3%) insieme a Spagna, Bulgaria e Slovacchia.  

Nell'istruzione la spesa è in linea con la media nell'istruzione primaria, lievemente più bassa per quella secondaria mentre è molto inferiore per l'istruzione terziaria ovvero universitaria e post universitaria e nella ricerca. 

La spesa in percentuale sul pil nell'istruzione terziaria è allo 0,8% in media Ue e allo 0,3% in Italia mentre se si guarda alla percentuale sulla spesa pubblica l'Ue si attesta in media sull'1,6% e l'Italia sullo 0,7%. 

Nella spesa per l'istruzione terziaria il nostro paese è fanalino di coda in Ue, lontanissimo dai livelli tedeschi (0,9% sul pil e 2% sulla spesa pubblica).

La spesa pubblica nel 2014 in Italia è stata pari al 51,3% del pil (48,2% la media Ue), in crescita, ma al di sotto di quella francese (57,5%), belga e di diversi paesi del nord Europa. 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza