Giovedì, 26 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Introduciamo nella scuola l'Educazione Sociale! Lettera

di redazione
ipsef

Gentile redazione,
e gentilissimi colleghi e anche Egregio Ministro dell'Istruzione, sono una docente precaria da anni passata di ruolo quest'anno, anche se due anni fa se non avessi cambiato provincia sarei stata già arruolata!!!
Volevo porre all'attenzione le mie riflessioni personali sulla scuola, in particolare ritengo doveroso un controllo sull'operato delle scuole, dei Dirigenti perchè noi docenti siamo sempre spronati a dare il meglio, siamo controllati...valutati ...ma, chi valuta i Dirigenti??? Noi docenti assunti nella fase C siamo nel caos più totale, scuole impreparate che improvvisano e impongono senza documentarsi, scuole che operano bene!! Sarebbe giusto che nell'anno di prova anche noi docenti potessimo esprimere un giudizio sulla scuola dove lavoriamo, compilassimo un sondaggio...La scuola va migliorata in ogni direzione a partire dal vertice!!!

La seconda riflessione che mi sorge spontanea è la necessità di introdurre nel percorso didattico lo studio di una disciplina chiamata : Educazione Sociale!! i ragazzi sono estremamente maleducati per varie ragioni ed è giusto educarli alla vita sociale con delle regole che forse non conoscono. Non sono sufficienti le punizioni...le note, ma bisogna sensibilizzare le famiglie e responsabilizzare i ragazzi. Prima di imparare Aristotele...la storia... bisogna imparare a vivere e a rispettare gli altri.

La scuola è allo sfacelo perchè chi propone le novità scolastiche non vive la quotidianità per questo è necessario ascoltare i suggerimenti di chi insegna e vede le disfunzioni del sistema scolastico!
Se potessi tornare indietro non insegnerei perchè mi sono disinnamorata della scuola.

Valeria Gangemi

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza