Lunedì, 27 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Infortuni sul lavoro e Malattie professionali: quali gli obblighi del datore di lavoro? quali gli obblighi del lavoratore?

di redazione
ipsef

Infortuni sul lavoro e Malattie professionali: quali gli obblighi del datore di

Nuove disposizioni, per i datori di lavoro, in materia di denuncia di infortuni sul lavoro e malattie professionali.  

«Qualunque medico presti la prima assistenza a un lavoratore infortunato sul lavoro o affetto da malattia professionale è obbligato a rilasciare certificato ai fini degli obblighi di denuncia di cui al presente articolo e a trasmetterlo esclusivamente per via telematica all'Istituto assicuratore.Ogni certificato di infortunio sul lavoro o di malattia professionale deve essere trasmesso esclusivamente per via telematica all'Istituto assicuratore,direttamente dal medico o dalla struttura sanitaria competente al rilascio, contestualmente alla sua compilazione.La trasmissione per via telematica del certificato di infortunio sul lavoro o di malattia professionale, di cui ai commi ottavo e nono, è effettuatautilizzando i servizi telematici messi a disposizione dall'Istituto assicuratore. I dati delle certificazioni sono resi disponibili telematicamente dall'istitutoassicuratore ai soggetti obbligati a effettuare la denuncia in modalità telematica, nel rispetto delle disposizioni di cui al decreto legislativo 30 giugno2003, n. 196, e successive modificazioni.»

Sono queste le nuove disposizioni previste dall'articolo 21 del D.L.vo n. 151/2015, che modifica l'articolo 53 del DPR n. 1124/65, in materia di invio dei certificati medici relativi a infortuni sul lavoro o malattie professionali, entrate in vigore dopo 180 giorni dall'emanazione del detto decreto legislativo. 

Non sarà più, quindi, il datore di lavoro a trasmettere telematicamente il certificato all'Istituto assicuratore (INAIL) ma il medico,  che presta la prima assistenza al lavoratore infortunato sul lavoro o affetto da malattia professionale, .o la struttura sanitaria competente al rilascio. 

La trasmissione è effettuata tramite i servizi telematici messi a disposizione dall'Istituto assicuratore.

Quali sono, invece, gli obblighi del datore di lavoro e del lavoratore?

Il lavoratore  ha l'obbligo di comunicare gli estremi del certificato medico al datore di lavoro.

Il datore di lavoro ha l'obbligo di inviare all'Istituto assicuratore la denuncia di infortunio o malattia professionale entro due giorni da quando ne ha ricevuto notizia, insieme agli estremi del certificato medico, fornitigli dal lavoratore.

Dal momento in cui il datore ha ricevuto gli estremi del certificato medico dal lavoratore, inizia a decorrere il termine previsto dall’articolo 53 del DPR 1124/65,  per l’irrogazione delle sanzioni conseguenti alla mancata osservanza dell’obbligodi denuncia d’infortunio o di malattia professionale, che variano da un minimo di 1.290 a un massimo di 7.745,00 euro.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza