Mercoledì, 29 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

GM 2012: "La maggioranza dei docenti in Graduatoria di Merito vuole la conferma della prima provincia scelta". Lettera

di redazione
ipsef

Spettabile Orizzonte Scuola, gentile Nino Sabella, facciamo seguito all'articolo Mobilità 2016/17: neoimmessi in fase B e C da GM unici soggetti al vincolo triennale di permanenza nella regione/provincia di assunzione? perché ci pare che dia una dimensione quantitativa e qualitativa della situazione della mobilità dei docenti in Graduatoria di Merito (assunti in fase B e C) distorta, in contrasto con l'alta qualità dell'informazione che invece siete soliti produrre.

Dall'articolo si evincono due tesi fondamentali:

1) che i docenti inseriti da Graduatoria di Merito concorsuale 2012 in fase B e C vogliano partecipare alla mobilità straordinaria ("La richiesta degli interessati è naturalmente quella di poter richiedere nella domanda di mobilità la provincia di interesse, anche in questo caso in deroga al vincolo triennale.");

2) che il legislatore, nella redazione dei commi sulla mobilità (principalmente il 108), si sia "dimenticato" dei docenti in Graduatoria di Merito concorsuale 2012 in fase B e C.

Le due tesi non rispondono al vero: dai nostri dati risulta infatti che circa il 90% dei docenti assunti nelle cosiddette fasi B e C abbia ottenuto la prima provincia selezionata lo scorso agosto. Dunque appare evidente che ciò che desidera la maggioranza plebiscitaria dei docenti neoassunti da Graduatoria di Merito concorsuale 2012 è la conferma della provincia scelta, non già il trasferimento dalla medesima.

Per quello che riguarda la partecipazione alla mobilità straordinaria, crediamo di dovere dare una diversa lettura delle intenzioni del legislatore, rispetto alla tesi dell'"oblio". Il legislatore esclude espressamente le GM di fase B e C dalla mobilità, non le "dimentica".

Autorevoli commentatori hanno letto questa assenza non come dimenticanza, ma come la tutela dei docenti entranti in ruolo per via costituzionale e ordinamentale (attraverso il concorso), dal recipiente unico della mobilità dove vige il principio dell'anzianità di servizio in cui eccelle il precariato storico.

Come gruppo GM 2012 in rispetto del T.U., da sempre in prima linea nella difesa delle posizioni (poco o per nulla salvaguardate dalle organizzazioni sindacali) di chi ha superato l'ultimo concorso a cattedre, desideriamo e ci adoperiamo affinché i nostri colleghi in GM di fase B e C finiti fuori dalla loro provincia rientrino al più presto nei territori dove hanno affetti e interessi, *ma* ferma restando la previsione di confermare la provincia di immissione in ruolo da parte dei GM assunti nei loro territori (del resto contenuta nel comma 108 della legge 107/2015).

Questa previsione non risulta attualmente sul tavolo della contrattazione, né alcun sindacato sta portando avanti questa istanza, orientandosi piuttosto per una mobilità uguale per tutti.

Questa possibilità trova la stragrande maggioranza dei docenti assunti da Graduatoria di Merito del tutto contrari, sia perché andrebbe a violare la legge, sia perché andremmo nuovamente incontro a una nuova lotteria tra tutte le province d'Italia. Fattispecie che eviteremmo volentieri.

GM2012 in rispetto del T.U.

Portavoce: Romina Pepe

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza