Venerdì, 27 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Erasmus plus. Mobilità per l'apprendimento: progetti entro il 2 febbraio

di redazione
ipsef

Le scuole possono presentare un Progetto di mobilità per Erasmus Plus, che coinvolga sia il personale docente che non docente, entro il 2 febbraio alle ore 12. 

Possono partecipare per realizzare un progetto tutti gli Istituti scolastici statali, comunali o paritari, che forniscono istruzione generale, professionale o tecnica a ogni livello, dall’istruzione pre-scolare a quella secondaria superiore di qualsiasi indirizzo, sia generale che tecnico o professionale;
un consorzio composto da minimo due scuole coordinate da un’autorità scolastica locale/regionale.

Un progetto di mobilità può comprendere diverse tipologie di attività in uno dei Paesi partecipanti al Programma, come ad esempio l'attività di insegnamento: questa attività permette a tutto il personale docente di insegnare presso una scuola partner europea. Gli istituti di invio e di accoglienza devono essere scuole con sede in diversi paesi tra quelli aderenti al programma. Può comprendere anche corsi strutturati o eventi di formazione: partecipazione a conferenze, seminari, corsi strutturati o anche job shadowing: periodo di osservazione presso una scuola partner o in un altro ente competente in materia di istruzione scolastica.

Erasmus+ non prevede la possibilità di candidature individuali, ma solo di mobilità per lo staff docente e non docente, di ogni livello scolastico: possono partecipare alle attività di mobilità il dirigente scolastico, gli insegnanti, il personale tecnico-amministrativo. L’Istituto presenta un’unica richiesta di sovvenzione per un progetto che può prevedere le tipologie di attività con una diversa durata, diverse destinazioni, diversi partecipanti a seconda delle esigenze formative della scuola.

La scuola è pienamente responsabile della gestione del progetto. I nominativi dei singoli partecipanti e i dettagli del corso non sono richiesti nel modulo di candidatura.

Il progetto di mobilità ha una durata da 1 a 2 anni. La data di inizio delle attività può essere compresa tra il 1° giugno e il 31 dicembre 2016. Le attività di mobilità possono avere durata variabile da 2 giorni a 2 mesi.

sito

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza