Visualizza versione mobile

Mercoledì, 27 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Educazione ambientale. Partito il progetto [email protected] per 45.000 studenti italiani

di redazione
ipsef

[email protected] è un progetto- giunto alla quarta edizione- che ha come obiettivo di sensibilizzare i ragazzi delle scuole sulla corretta gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (Raee), per far sì che diventino promotori di un importante messaggio di educazione ambientale. 

Fino al prossimo mese di giugno il progetto coinvolgerà, in 50 Comuni italiani, oltre 45.000 alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Negli istituti verrà distribuito un kit informativo e gli studenti saranno invitati a portare da casa i piccoli Raee- come telefonini, stampanti, giochi elettronici, phon- e a conferirli in appositi contenitori posizionati nelle scuole. 

Dopo tre settimane, il materiale raccolto verrà ritirato dagli addetti del servizio di igiene urbana del Comune e verrà trasportato presso il Centro di Raccolta comunale.

Ogni italiano produce ogni anno in media 14,7 kg di Raee; di questi solo poco più di 4 kg pro-capite, pari a circa il 30% dell’immesso sul mercato, viene correttamente raccolto e avviato al recupero. 

Con la rzccolta si recuperano materie prime importanti (ferro, alluminio, rame, plastica) e metalli preziosi (oro, argento, rame) che sono riutilizzabili nei cicli produttivi, ma anche un costo per la collettività e un gesto dannoso per l’ecosistema: questi prodotti sono composti anche da sostanze inquinanti (come i clorofluorocarburi) e tossiche (come il mercurio) altamente nocive per l’uomo e per l’ambiente.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza