Lunedì, 30 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Docenti GM assunti in fase B: vittime di una realtà alla rovescia. Lettera

di redazione
ipsef

Chiarimento per tutti coloro che ancora ritengono che i cosiddetti idonei abbiano ricevuto un “favore “ dalla Legge 107:
1) Trattasi del 7% di persone che hanno superato un concorso pubblico e dunque non si poteva certo pensare di trattarle come fossero stati bocciati, semmai come persone altamente meritevoli in quanto iper-selezionate (il loro numero esiguo ne è la dimostrazione).
 
2) Senza questa legge non sarebbe stato indetto un nuovo concorso e quindi sarebbero stati tutti assunti per scorrimento delle graduatorie vigenti nell’arco di un paio d’anni.
 
3) Senza il piano straordinario non sarebbero stati costretti ad accettare di trasferirsi fuori dalla regione in cui avevano superato il concorso.
 
4) La precedenza avuta nelle assunzioni, stupidamente ritenuta da molti un vantaggio, è stata solo un danno per la maggioranza dei docenti più meritevoli, i quali senza la stessa avrebbero avuto maggiori probabilità di trovar posto nella propria regione, come è infatti avvenuto per i colleghi delle GAE in fase C.
 
5) L’avere meno esperienza d’aula rispetto ad altre categorie di docenti non può essere considerato un demerito, ma un ovvietà, nell’ottica di un processo di ingresso nel mondo dell’insegnamento molto più sano di quello finora seguito.
 
In conclusione, alla luce di quanto già verificatosi con le assunzioni fuori regione e di ciò che si preannuncia per la mobilità, questa categoria di docenti risulta vittima di una realtà alla rovescia dove prima sono stati iperselezionati e poi sono stati calpestati e relegati ad ultimi.
 
Solo in Italia essere più bravi è causa di penalizzazione invece che vantaggio.
 
Gruppo GM assunti in fase B
Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza