Visualizza versione mobile

Venerdì, 29 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Diritti a scuola in Puglia: supplenze per circa mille docenti precari e 500 Ata. Adam esprime soddisfazione

di redazione
ipsef

I Coordinamenti territoriali dell'Associazione Nazionale Adam di Bari e Foggia esprimono soddisfazione per il risultato portato a casa dalla Regione Puglia con la firma dell'accordo con il MIUR, pubblicato lo scorso venerdì sul bollettino ufficiale della Regione, che consentirà per il settimo anno l'avvio del progetto Diritti a Scuola (DaS).

Il progetto Diritti a Scuola ha rappresentato e rappresenta un importantissimo e strategico investimento regionale, mirato in maniera specifica a contrastare il fenomeno della dispersione scolastica, particolarmente drammatico in alcune scuole del Meridione. Il progetto, calibrato sugli assi disciplinari dell'italiano e della matematica, ha consentito il calo sensibile degli abbandoni scolastici ed al tempo stesso ha rappresentato un importante baluardo contro il precariato scolastico, offrendo ai docenti delle graduatorie ad esaurimento e delle graduatorie d'istituto così come al personale tecnico-amministrativo precario la possibilità di svolgere una importante funzione di supporto alle attività scolastiche.

Negli ultimi sei anni circa mille docenti precari e 500 unità di personale tecnico ed amministrativo si sono aggiudicati annualmente un incarico grazie all'esistenza dei DaS. Ma c'è di più: Diritti a Scuola la Puglia ha ricevuto lo scorso ottobre il prestigioso premio RegioStars, che individua i migliori progetti a livello regionale finanziati nell'ambito dei fondi della politica di coesione dell'Unione Europea.

Questo è stato un riconoscimento importante: la Commissione Europea ha premiato quei progetti che rappresentano l'eccellenza in materia di programmazione delle risorse comunitarie, pratiche innovative e modelli da imitare per le altre regioni italiane ed europee.

E' fondamentale sottolineare che, in un momento come questo di profondo cambiamento della Scuola, per i docenti di seconda fascia, ma anche per i docenti ancora in GaE e per quelli in terza fascia, diventa vitale ricevere la tutela di politiche regionali che al contempo siano rivolte al sostegno dell'istruzione pubblica e della formazione culturale dei giovani, soprattutto quelli che vivono nei contesti più svantaggiati. In tal senso, le finalità di questo progetto mirano in maniera specifica a combattere la dispersione scolastica e a rimuovere il gap di partenza fra gli alunni pugliesi, rafforzandone le competenze di base. Le statistiche dimostrano del resto come l'intervento della Regione, eseguito con continuità negli ultimi sei anni, abbia abbattuto il tasso di dispersione scolastica dal 30,3% del 2004 al 19.9% del 2013, permettendo contestualmente alle competenze di base dei bambini e ragazzi pugliesi di rientrare nella media nazionale.

In tal senso è importante che la Regione mantenga questo tipo di investimenti sulla cultura e sulle nuove generazioni, così come annunciato dal Presidente Michele Emiliano  in occasione dell'inserimento del progetto tra i finalisti del premio RegioStars lo scorso settembre, affermando che “La scuola era e resta prioritaria nell'agenda politica pugliese”.

Pertanto esprimiamo qui un sentito ringraziamento alla Regione Puglia per la sua politica in sostegno del sistema di istruzione e ringraziando anche l'Assessore Sebastiano Leo per il lavoro svolto, cogliamo l'occasione per chiedergli un ulteriore impegno perchè anche per questo anno il servizio svolto dai docenti venga riconosciuto in graduatoria in termini di punteggio come negli anni passati. Inoltre auspichiamo la prosecuzione dell'intervento DaS almeno fino a che il traguardo del 10% degli abbandoni scolastici non sarà raggiunto, riportando la Puglia al livello del resto d'Europa.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza