formazione docenti

edises

Dimensionamento scolastico: 2013/14 anno di transizione. Scuole e organico con durata triennale

ipsef

mnemosine

red - Incontro Miur - sindacati su dimensionamento della rete scolastica. Delusi questi ultimi. Dati diversi tra le regioni: alcune virtuose, altre non hanno ancora completato il processo. 

La UIL " Qualche buona intenzione ma ancora troppe incertezze e vincoli finanziari che contrastano con l'esigenza di qualità"

La FLC CGIL "Giudichiamo l'intesa poco chiara in molte delle sue parti oltre che tardiva ed inefficace a determinare un miglioramento dell'organizzazione e del funzionamento delle scuole autonome.

Si è persa in questo modo l'ennesima occasione di adeguare il servizio di istruzione alle esigenze dei territori. Abbiamo registrato l'oramai solita storia: tagli subito e la riorganizzazione e il buon funzionamento dopo.  Il dopo in questo caso sarà, forse, l'anno scolastico 2014/15"

Dopo l’inconcepibile taglio di 2 mila istituti, attraverso la Legge 111 del 2011, ritenuto illegittimo dalla Corte Costituzionale, Anief conferma la volontà di ricorrere ai Tar regionali per bloccare un arbitrio che rasenta la follia. 
 
“In questo modo si lasciano le famiglie allo sbaraglio – dichiara Marcello Pacifico, presidente Anief – proprio nei giorni in cui si stanno per completare le iscrizioni di quasi due milioni di alunni. Ma lo Stato non può unilateralmente cambiare la normativa, introducendo dei criteri chiaramente parziali e a proprio vantaggio. Né lo possono fare le Regioni, che sembrano voler accettare l’accordo. E non richiamare i principi di legge. I quali rimangono sempre, è bene ricordarlo, lo strumento principe. Anche per realizzare l’organico scolastico”.
 
L’Anief ribadisce quindi tutta la propria contrarietà verso questa scelta. E invita anche i decisori politici a livello locale a porre fine a questo stato di illegittimità, tanto più grave alla luce delle iscrizioni in corso.
 

La scheda Uil Scuola

  • Numero di istituzioni scolastiche non superiore a quanto previsto dall'art. 52 della legge 35/2012 a cui si aggiunge
  • Centri territoriali per adulti: 55
  • Il dato di riferimento per il triennio 2013_14, 2014-15, 2015-16
    è dato dividendo 900 per il numero degli alunni iscritti, con un parametro che si riferisce alla densità per Kmq.
  • Per le scuole in lingua slovena si confermano le istituzioni scolastiche dell'anno 2012-13
  • Nell'ambito del contingente assegnato, le Regioni decidono il numero di alunni per istituzione scolastica
  • Le Regioni approvano il loro piano e le Direzioni regionali adeguano l'organico
  • Stato e Regioni concordano sulla necessità di un organico triennale del personale docente e Ata
  •  L'anno 2013/2014 è di transizione.
Versione stampabile
anief

In evidenza