Martedì, 28 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Depenalizzazione reati 2016: quali reati sono stati cancellati?

di Patrizia Del Pidio
ipsef

Dal 6 febbraio in vigore la depenalizzazione di 41 reati per allegerire il carico dei procedimenti di tribunali e procure.

41 reati spariscono, quindi, dal codice penale per trasformarsi in illeciti civili puniti soltanto con sanzioni pecuniarie.

La circolare numero 6 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 5 febbraio scorso illustra le principali novità fornendo al contempo le prime indicazioni operativa necessarie alla corretta applicazione delle nuove disposizioni.

 

I 41 reati cancellati sono i seguenti:

  •  Ingiuria (art. 594)
  • Falsità in scrittura privata (art. 485)
  •  Falsità in foglio firmato in bianco. Atto privato (art. 486)
  •  Falsità su un foglio firmato in bianco diverse da quelle previste dall'articolo 486. Atto privato (art. 488)
  • Uso di atto falso. Atto privato (art. 489, 2° comma)
  •  Soppressione, distruzione e occultamento di scritture private vere (art. 490)
  • Atti osceni (art. 527, 1° comma)
  • Pubblicazioni e spettacoli osceni (art. 528, 1° e 2° comma)
  • Rifiuto di prestare la propria opera in occasione di un tumulto (art. 652, 1° e 2° comma)
  • Abuso della credulità popolare (art. 661)
  • Rappresentazioni teatrali o cinematografiche abusive (art. 668, 1°, 2° e 3° comma)
  • Atti contrari alla pubblica decenza. Turpiloquio (art. 726)
  • Mancato rispetto dell'autorizzazione alla coltivazione di stupefacenti per uso terapeutico (art. 28, 2° comma, d.p.r. n. 309/1990)
  • Guida senza patente (art. 116, 15° comma, d.lgs. n. 285/1992)
  • Omesso versamento delle ritenute previdenziali e assistenziali (art. 2 d.l. n. 463/1983)
  • Omessa identificazione (art. 55, 1° comma, d. lgs. n. 231/2007)
  • Omessa registrazione (art. 55, 4° comma, d. lgs. n. 231/2007)
  • Omessa trasmissione dell'elenco dei protesti cambiari da parte del p.u. (art. 235 R.d. n. 267/1942)
  • Impedito controllo ai revisori (art. 29 d. lgs. n. 39/2010)
  • Emissione di assegno da parte dell'istituto non autorizzato o con autorizzazione revocata (art. 117 r.d. n. 1736/1933)
  • Interruzione volontaria della propria gravidanza senza l'osservanza delle modalità indicate dalla legge (art. 19, 2° comma, l. n. 194/1978)
  • Abusiva concessione in noleggio (art. 171-quater l. n. 633/1941)
  • Violazione delle norme per l'impianto e l'uso di apparecchi radioelettrici privati (art. 11 R.d. n. 234/1931)
  • Contrabbando nel movimento delle merci attraverso i confini di terra e gli spazi doganali (art. 282 d.p.r. n. 43/1973)
  • Contrabbando nel movimento delle merci nei laghi di confine (art. 283 d.p.r. n. 43/1973)
  •  Contrabbando nel movimento marittimo delle merci (art. 284 d.p.r. n. 43/1973)
  •  Contrabbando nel movimento delle merci per via aerea (art. 285 d.p.r. n. 43/1973)
  • Contrabbando nelle zone extradoganali (art. 286 d.p.r. n. 43/1973)
  • Contrabbando per indebito uso di merci importate con agevolazioni doganali (art. 287 d.p.r. n. 43/1973)
  • Contrabbando nei depositi doganali (art. 288 d.p.r. n. 43/1973)
  • Contrabbando nel cabotaggio e nella circolazione (art. 289 d.p.r. n. 43/1973)
  • Contrabbando nell'esportazione di merci ammesse a restituzione di diritti (art. 290 d.p.r. n. 43/1973)
  • Contrabbando nell'importazione od esportazione temporanea (art. 291 d.p.r. n. 43/1973)
  •  Altri casi di contrabbando (art. 292 d.p.r. n. 43/1973)
  • Pena per il contrabbando in caso di mancato o incompleto
  • Omissione di denuncia di beni (art. 3 d.lgs. luogotenenziale n. 506/1945)
  •  Alterazione del contrassegno di macchine (art. 15 l. n. 1329/1965)
  • Installazione o esercizio di impianti in mancanza di concessione (art. 16 d.l. n. 745/1970) 

 

Sanzioni

Per illeciti commessi successivamente l’entrata i vigore del Decreto sono previste sanzioni amministrative suddivise in 3 fasce

  • Da 5mila a 10mila euro per reati puniti con multa o l’ammenda non superiore massimo a euro 5mila
  • Da 5mila a 30mila euro per reati puniti con multa o l’ammenda non superiore massimo a euro 20mila
  • Da 10mila a 50mila euro per reati puniti con multa o l’ammenda  superiore massimo a euro 20mila
Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza