Visualizza versione mobile

Venerdì, 26 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Convegno nazionale ANP. Relazione Rembado: Amministrazione scandalosa e incoerente sul FUN; relazioni con altri sindacati conflittuali; sul bonus docenti non si tratta

di redazione
ipsef

Convegno nazionale ANP. Relazione Rembado: Amministrazione scandalosa e incoeren

Nei giorni 19 e 20 marzo u.s., si è svolto a Chianciano Terme il Consiglio nazionale dell'Associazione Nazionale Presidi. 

Ha aperto i lavori il presidente Rembado che ha affrontato, tramite apposita relazione, quelle che sono le tematiche al centro del dibattito attuale sulla scuola.

I principali argomenti trattati sono stati: il FUN,  le relazioni con le altre OO.SS., il confronto con queste ultime sull'attuazione della legge n. 107/2015, sulle prerogative dei dirigenti scolastici e il sovraccarico di lavoro del DS.

Riguardo al FUN, l'ANP ha definito scandalosa e incoerente l'azione dell'amministrazione. Scandalosa in quanto, mai prima d'ora, vi erano stati dei tagli così consistenti alle retribuzioni di dipendenti pubblici.  Incoerente perché i tagli alle retribuzioni sono avvenuti nello stesso momento in cui la legge 107 ha aumento i carichi di lavoro e responsabilità dei dirigenti.

Sempre relativamente al FUN, Rembado ha rivendicato il successo dell'ANP,  che diversamente dagli altri sindacati non ha messo in atto sterili proteste, ma con la sua azione ha fatto sì che il Fondo per questo anno scolastico raggiungesse l’importo di 163 milioni, con un incremento percentuale rispetto all’anno precedente del 38% e un incremento medio pro capite della retribuzione di posizione parte variabile e di risultato del 36,89% rispetto al 2010-11.  Non si tratta certo di una vittoria a tutto tondo, ha affermato il Presidente, tuttavia si è intrapresa la strada giusta.
 
Rembaudo ha poi ricordato le iniziative giudiziarie avviate e proposte dall'ANP sul FUN.

Il Presidente dell'ANP ha, successivamente, evidenziato la conflittualità che caratterizza attualmente le relazioni con gli altri sindacati ed ha affermato che, dopo il fallimento della manifestazione sul FUN davanti al MIUR, il loro unico obiettivo non è risolvere i problemi dei dirigenti ma esasperare ulteriormente i colleghi, sperando in tal modo di cavalcarne lo scontento.

Quanto all'esercizio della funzione di dirigente scolastico, fermo restando che la responsabilità è personale, Rembado ha parlato della solitudine del DS, nel senso che oggi non può gestire la scuola da "solo", ma è necessario disporre di un “middle management” e di organizzare la dirigenza secondo la logica della “metadirezione”: un dirigente senza staff non può svolgere la propria funzione con efficacia e serenità.

Al riguardo, ha ricordato la possibilità offerta dalla legge di Riforma della scuola, che prevede la possibilità che il dirigente si avvalga di uno staff composto da un numero di docenti pari al massimo al 10% dell’organico dell’autonomia. Si tratta di una opportunità da attuare sin dal prossimo 1° settembre.

Le altre OO.SS., si legge ancora nella relazione, mirano a colpire la figura del DS e non perdono occasione per creare difficoltà quotidiane ai colleghi per poi fare leva proprio su tali difficoltà e proporsi come loro paladini, beninteso al solo scopo di convincerli che certe responsabilità vanno respinte in quanto non pertinenti al profilo di “leader educativo”, elegante espressione con la quale, al di là del suo vero significato, vogliono indicare chi si occupa esclusivamente di tematiche legate al coordinamento della didattica.

Insomma, obiettivo degli altri sindacati, per l'ANP, è di ridurre il dirigente ad una sorta di “superdocente”.

Rembado ha relazionato anche sulla valorizzazione dei docenti e sul comitato di valutazione, affermando che l'interpretazione del MIUR coincide con quella dell'ANP, cioè il bonus non è materia di contrattazione,  e che il Ministero non ha lasciato in merito margini di trattativa.

Altri temi affrontati nella suddetta relazione sono stati: le linee guida ANP per il rinnovo del CCNL; la valutazione dei dirigenti scolastici; la situazione relativa alle reggenze; il concorso a dirigente scolastico; la sicurezza nelle scuole.

Per approfondire

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza