Visualizza versione mobile

Lunedì, 29 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Concorso scuola docenti: la prova scritta sarà metodologica, anteprima. Se entrano i non abilitati i numeri saltano

di Anselmo Penna
ipsef

Il giro di boa per l'avvio del nuovo concorso scuola docenti. Infatti, il Ministro scioglierà in parlamento i nodi del concorso a cattedra.

In particolare sapremo se le prove scritte saranno di natura nozionistica o metodologica e quante domande di lingua straniera saranno presenti allo scritto o se ne sarà modificato il peso in termini di valutazione.

Due aspettiche in questi gironi stanno tenendo banco, infatti i docenti si sono lamentati dei programmi presenti nell'allegato A della bozza del Decreto, perché contiene una modalità d'esame che punta alla certificazione delle nozioni legata alla materia, già ampiamente esaminata durante i percorsi abilitanti.

Una anticipazione che ha il sapore di certezza per i precari che attendono il via alle prove, ce l'ha dato la Parlamentare Maria Coscia che ha assicurato sui social: "sarà metodologico. Dovrete mettere per iscritto quello che fate nel corso della lezione".

Altra questione riguarda le domande di lingua. Secondo indiscrezioni, sarebbero due le strade per rivedere quanto previsto nelle bozze.

Ridurre ad una la domanda allo scritto o ridurne il peso. Al Governo si sono accorti che è meglio avere un bravo docenti di latino con conoscenze limitate di inglese, che un docente di latino con ottime conoscenze di inglese, ma scarse nella materia specifica. Sapremo giovedì, a meno di un'altra indiscrezione che riporteremo prontamente.

Altra questione riguarda l'esclusione dei docenti non abilitati. Infatti, ricordiamo che la legge 107 da cui prende le mosse il concorso che sta per essere bandito, prevede l'accesso soltanto ai docenti con abilitazione.

Una questione che ha messo in allerta i docenti iscritti in terza fascia delle GI e non solo, che si stanno organizzando in ricorsi di massa che potrebbero portare ad una rivisitazione dei pronostici sui partecipanti.

Infatti, il Ministro ha più volte ribadito che i partecipanti si aggirano intorno a 200mila, numeri che potrebbero moltiplicarsi se i docenti non abilitati chiederanno l'accesso con riserva in attesa di sentenza.

Tutto sul concorso a cattedra

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza