Visualizza versione mobile

Martedì, 30 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Concorso scuola docenti 2016, classi concorso si sposteranno di regione: a chi indirizzare la domanda? Chi gestirà le prove e l'approvazione delle GM?

di Nino Sabella
ipsef

Il DDG n. 106/2016 "Concorso per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente per i posti comuni dell'organico dell'autonomia della scuola secondaria di primo e secondo grado", così come il DDG n. 107/2016 relativo al sostegno, prevede l'aggregazione territoriale delle procedure concorsuali  per determinate classi di concorsov a causa dell'esiguità del numero dei posti messi a bando

Esse vengono indicate nell'allegato  1

Detta disposizione e' indicata all'articolo 2 comma 2 dei suddetti DDG, ai sensi dell'articolo 400 del decreto legislativo n. 297/94,  come modificato dal comma 113 lettera c) articolo 1 legge n.107/2015.

Da evidenziare che l'articolo 400 del D.L.vo n. 297/94 prevedeva l'aggregazione delle procedure concorsuali in ragione dell'esiguo numero dei candidati, mentre la legge 107 la prevede in ragione dell'esiguo numero dei posti, istituendo un criterio certamente più restrittivo e penalizzante per i partecipanti.

Alla luce delle nuove disposizioni dettate dalla legge n. 107/15, numerosi candidati concorreranno (per determinate classi di concorso) per posti disponibili in una Regione, sostenendo le prove in una Regione differente da quella in cui avranno la titolarità.

Tale procedura, proprio per la sua particolarità, necessita di alcuni chiarimenti relativi:

  • a quale USR indirizzare la domanda;
  • all'USR che gestirà tutta la procedura concorsuale;
  • alla costituzione delle graduatorie di merito (se saranno uniche o distinte per Regione).

La domanda va indirizzata all'USR in cui sono disponibili i posti per i quali si concorre, come è stato chiarito anche in un'apposita faq del MIUR:

D: Vorrei partecipare al concorso per un insegnamento bandito nel Molise. Accanto al numero dei posti trovo un asterisco (*) ed in calce alla tabella questa frase: “In Abruzzo si svolgeranno le prove della regione Molise. Pertanto, l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo è responsabile dello svolgimento dell’intera procedura concorsuale e dell’approvazione della graduatoria per i posti della regione Molise, ai sensi dell’articolo 400, comma 02, del Testo Unico.”.Cosa vuol significare? Devo indirizzare la domanda all’Ufficio scolastico regionale del Molise o a quello dell’Abruzzo?

R: La domanda deve essere indirizzata all’Ufficio scolastico regionale del Molise, dove sono i individuati i posti destinati al concorso. Invece, presso l’Ufficio scolastico dell’Abruzzo, che è responsabile della procedura concorsuale, si terranno tutte le prove di selezione e questo stesso Ufficio provvederà a verificare che tutti i titoli, ad iniziare da quelli di accesso, siano validi. Il sistema informativo del MIUR provvederà, automaticamente, a far pervenire la domanda all’Ufficio scolastico regionale dell’Abruzzo.

Questa stessa faq chiarisce anche che l'USR responsabile della procedura è quello della Regione in cui si svolgeranno le prove (articolo 2 comma 2 DDG 106/2015), per cui  sarà tale Ufficio a:

  1. controllare i requisiti di ammissione;
  2. controllare i titoli dichiarati dai candidati nella domanda di partecipazione; 
  3. approvare le graduatorie di merito.

Le graduatorie, infine, come leggiamo agli articoli 9 del DDG n.106/16 e del DDG n. 107/2016, nel caso di classi di concorso per le quali è stata disposta l'aggregazione territoriale delle procedure concorsuali, sono distinte per ciascuna Regione.

Speciale concorso

 

Tutto sul concorso

Concorso scuola docenti, quali classi di concorso si sposteranno di regione per l'esame e dove

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza