Visualizza versione mobile

Sabato, 23 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Concorso scuola 2016: l’assegno di ricerca sarà valutato come titolo

di Patrizia Del Pidio
ipsef

Con la sentenza numero 13889 del 2015 il Tar del Lazio afferma che l’Amministrazione deve correggere la procedura informatica per la valutazione dell’assegno di ricerca quale titolo valutabile per il punteggio degli aspiranti docenti.

Nel modulo telematico della presentazione telematica della domanda, infatti nel 2012 non è prevista la valutazione dell’assegno di ricerca quale titolo.

La sentenza del Tar nasce da una controversia sorta dopo l’esclusione di una candidata dalla graduatoria del concorso 2012 per l’assunzione del personale docente nelle scuole secondarie di primo e secondo grado. La classe di concorso dell’aspirante docente è la A033, tecnologia. La docente riteneva di essere stata esclusa dalla graduatoria per un errore del MIUR che non aveva valutato la sua attività di ricerca scientifica presso la Facoltà di Architettura dell’Università la Sapienza poichè al momento della presentazione della domanda si era scontrata con l’impossibilità di inserire il titolo di assegnista tra quelli valutabili. Dopo aver informato il MIUR del problema e dopo aver sporto regolare reclamo, la concorrente, vedendo di non essere stata inserita nella graduatoria si era rivolta al Tar per essere inserita nella sua posizione spettante.

La domanda dell’aspirante docente è stata accolta dai giudici del Tar che ritengono che il MIUR dopo aver ricevuto il reclamo della candidata avrebbe dovuto procedere alla correzione del problema.

Per il prossimo concorso a cattedra, infatti, il MIUR ha predisposto che tra gli ulteriori titoli valutabili sia presente anche l’attività di ricerca scientifica.

Concorso scuola docenti 2016: bozza tabella valutazione titoli completa

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza