Venerdì, 24 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Concorso docenti. Mida: anche per fare le commesse si richiede esperienza, Renzi la nega per l'insegnamento

di redazione
ipsef

Coordinamento MIDA PRECARI - 13/03/2016 Sala dei chiostri in Santa Corona a Vicenza… centinaia di insegnanti sono pazientemente in fila ad aspettare il proprio turno per entrare…No, non è la giornata dei musei gratis per tutti, niente affatto! All’interno c’è il Congresso ADIDA&MIDA, organizzato solo pochi giorni prima ed in grado di raccogliere centinaia di insegnanti provenienti da tutto il nord a costo di grossi sacrifici e lunghi viaggi (ma a questo i docenti di seconda o terza fascia che siano, sono abituati..!) il motivo per cui quasi seicento docenti hanno voluto essere li presenti?

E’ presto detto: a breve il Governo anzi, il governo, LICENZIERA’ TRAMITE CONCORSO 3 Docenti su 4 …

Docenti Abilitati di Stato che Renzi, con la complicità di Puglisi, Giannini, Faraone, Malpezzi, ha cercato in tutti i modi (riuscendoci, per ora) di ESODARE, non riconoscendo in nessun modo la loro professionalità, gli anni di esperienza e i loro meriti.. (Lasciateci dire però: in una vetrina di un negozio di abbigliamento sul corso di Vicenza era presente un annuncio “cercasi commessa con esperienza” anche per fare la commessa serve .. .solo per Renzi & Co. dunque l’esperienza va punita!) smentendo lo Stato Stesso che solo pochi mesi prima aveva Certificato e Abilitato con un Titolo la loro funzione di Insegnanti. La folla fuori dalla sala è immensa e per questioni di sicurezza gli addetti delle sale museali hanno suddiviso in più trance i gruppi che potevano accedere all’interno per ascoltare e discutere su come reagire ai soprusi che questo governo ha creato attraverso la PESSIMA RIFORMA in atto.

Luca Fantò ( segretario provinciale PSI Vicenza), Maria Teresa Di Risio (dipartimento scuola Sel) , Mario Pittoni (responsabile federale scuola Lega Nord), Enza Blundo (Senatrice 5 Stelle), Sergio Berlato (coordinatore regionale e consigliere regionale per FdI-An), Mattia Ierardi e Ciro Maschio ( portavoce provinciali rispettivamente di Vicenza e Verona FDI-An) sono tra le personalità politiche presenti in difesa dei diritti dei Docenti Precari, nonché l’Avv. Michele Bonetti, patrocinatore dei ricorsi per conto del mondo associativo degli insegnanti e dei movimenti della scuola.

Oggi più che mai dunque, risuonano come una “presa in giro” le parole di qualche incompetente che suggerisce ai docenti di “NON RICORRERE CONTRO IL CONCORSO O LA BUONA(PESSIMA) SCUOLA”!

La risposta a questo dileggiante suggerimento è chiara! Centinaia di docenti di seconda e terza fascia sono li' in attesa di poter parlare con l’Avv. Bonetti, ma cosa ancora più sorprendente, sono presenti anche colleghi di ruolo e colleghi assunti in fase “C”… segno che questo governo ha fallito sotto ogni punto di vista! Ma più che i docenti (i quali potrebbero essere ritenuti di parte) è lo stesso ex Premier D’Alema che avverte: “ il Pd ormai Partito della Nazione è costituito da persone che fanno dell’arroganza il loro biglietto da visita…Pd che ha allontanato e continua ad allontanare il suo elettorato storico..” A questo punto non ci resterebbe che concludere con un accenno storico.. ma rischieremmo di ripetere quanto già detto in altre battute finali : http://www.orizzontescuola.it/news/concorso-cattedra-tabella-valutazione... a buon intenditor...

Ci sentiamo infine di ringraziare ancora una volta le personalità politiche presenti e l’Avv. Bonetti , chi in pratica col proprio contributo, personale e insieme al Mida e all'Adida, ha lottato e continua a lottare per garantire la giustizia e l’equità per riconoscere i Diritti dei Docenti, cittadini, padri e madri di famiglia che hanno dato tutto e continuano a dare tutto con amorevole professionalità ai propri allievi, insegnando loro i veri valori, quelli che un arrogante ed incompetente governo (l’arroganza è sempre figlia dell’ignoranza e incompetenza) sta cercando di oscurare!

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza