Domenica, 29 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Concorso docenti. Chi lo vince in regione diversa dalla propria, dopo quanti anni potrà trasferirsi?

di redazione
ipsef

consulenza

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Concorso docenti. Chi lo vince in regione diversa dalla propria, dopo quanti anni potrà trasferirsi?

Alessandro – Gentilissima Redazione, sono un abilitato nella A026 (Matematica) che si appresta a svolgere il Concorso a cattedra. Sono indeciso se farlo nella mia regione di residenza o in quella che ha maggior numero di posti messi a bando. Prima di decidere in quale regione farlo (e legarvi gran parte della mia vita futura), volevo sapere come funzionasse la mobilità per i futuri vincitori di concorso, in modo da farmi una idea di quanti anni dovrei rimanere nella regione scelta (qualora scegliessi quella con piu posti). In particolare: se superassi il concorso, c’è ancora il blocco triennale dei trasferimenti?

Concorso scuola 2016. Evitare di inserire prova scritta infanzia e primaria in giorni consecutivi

Giuliana – Sono un’insegnante con titolo primaria e sostegno e infanzia. Volevo chiedervi se è é possibile che le date delle prove siano in giorni consecutivi. Io vorrei fare le domande in due regioni diverse. Dovrei però avere il tempo per raggiungerle Soprattutto se svolgero’ le prove di pomeriggio … grazie.

Concorso a cattedra 2016: infanzia e primaria svolgeranno prove differenti, in giorni distinti

Franco – Gentilissima Lalla, leggendo i vari comunicati afferenti il prossimo bando di concorso a cattedra e, dopo ver visionato le bozze dei programmi dei tre bandi, 1) infanzia e primaria 2) secondaria di 1° e 2° grado – 3) sostegno, mi chiedo: come è possibile strutturare per la prova scritta delle domande che attengono sia al programma della scuola dell’infanzia che a quello della primaria? Gli allegati A dei due ordini di scuola si riferiscono a contenuti diversi e allora il candidato della primaria dovrebbe conoscere bene anche il programma della scuola dell’infanzia e viceversa? Se così fosse, occorre che lo si specifichi e non sarebbe stato più semplice e meno fuorviante, invece, definire un unico programma per entrambe le scuole? Grazie

 

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza