Lunedì, 27 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Concorso a cattedra: valutazione servizio senza tetto massimo e titoli potrebbero equilibrare punteggio aggiuntivo per abilitazioni con prove selettive

di redazione
ipsef

La legge 107/2015 impone che nella tabella di valutazione dei titoli del concorso a cattedra 2016 si tenga conto di due elementi: le abilitazioni conseguite con prove preselettive e il servizio di insegnamento.

E' specificato al comma 114:

Limitatamente al predetto bando sono valorizzati, fra i titoli valutabili in termini di maggiore punteggio:

a) il titolo di abilitazione all'insegnamento conseguito a seguito sia dell'accesso ai percorsi di abilitazione tramite procedure selettive pubbliche per titoli ed esami, sia del conseguimento di specifica laurea magistrale o a ciclo unico;
b) il servizio prestato a tempo determinato, per un periodo continuativo non inferiore a centottanta giorni, nelle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado.

Non c'è scritto, nella legge, di privilegiare in termini di punteggio l'uno o l'altro dei due punti.

E la commissione preposta alla redazione della tabella di valutazione dei titoli ha così deciso (ricordiamo che quella in nostro possesso è una bozza, ancora suscettibile di modifiche, dal momento che il Miur ha chiesto il parere anche del CSPI, che ha tempo fino al 28 gennaio per fornire delle indicazioni):

  • Per infanzia e primaria l'abilitazione specifica conseguita attravero la laurea in Scienze della formazione primaria ovvero altra laurea magistrale conseguita all'estero e riconosciuta dal Miur
  • Per la scuola secondaria l'abilitazione specifica conseguita attraverso la frequenza di percorsi di abilitazione tramite procedure selettive pubbliche per esami e titoli, anche qualora conseguita all'estero e riconosciuta dal Miur
  • Per il sostegno la specializzazione specifica conseguita attraverso la frequenza di corsi di specializzazione tramite procedure preselettive pubbliche per esami e titoli, anche qualora conseguita all'estero e riconosciuta dal Miur

vale 5 punti in aggiunta al punteggio per il titolo di accesso.

Tali abilitazioni, per la scuola secondaria, sono i percorsi SSIS e TFA.

Inutile dire che lo "scontro" si concentrerà in particolare su valutazione TFA e PAS.

Ricevi le notizie sul concorso direttamente sul cellulare con il nostro canale gratuito Telegram

Nella tabella di valutazione dei titoli, molto ampia e articolata, ci sono però diverse opzioni che permettono di azzerare tale "vantaggio", se così lo si percepisce.

Il solo dottorato di ricerca vale 5 punti. Una seconda laurea 2 punti, ma a questa possono essere aggiunti master, diplomi di perfezionamento, certificazioni linguistiche.

E poi c'è il punteggio assegnato al servizio, per il quale non è stato stabilito un tetto massimo.

E' valutato il

Servizio di insegnamento prestato, sullo specifico posto o classe di concorso, nelle scuole statali o paritarie di ogni ordine e grado, nelle istituzioni convittuali statali e nei percorsi di formazione professionale. Il servizio su sostegno è valutato solo nella specifica procedura concorsuale.
Il servizio deve essere stato prestato per un periodo per ciascun anno scolastico continuativo non inferiore a 180 giorni, ovvero quello valutabile come anno di servizio intero, ai sensi del dm n. 124/99.

Ad ogni anno di servizo vengono assegnati 0,5 punti

Dunque parecchi anni di servizio, associati ad alcuni titoli, potrebbero comunque rendere nullo o accorciare le distanze con la valutazione del titolo TFA/SSIS. Naturalmente le conseguenze di ciò dipendono dal punto di osservazione, a seconda dei titoli di cui si è in possesso. 

Fermo restando che anche i docenti abilitati con TFA/SSIS potranno far valere titoli.

Concorso scuola docenti 2016: bozza tabella valutazione titoli completa

Concorso docenti 2016. Bando primo febbraio, prova scritta fine marzo, orale a giugno

La scheda con tutti i dettagli del concorso

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza