Visualizza versione mobile

Domenica, 28 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Concorso a cattedra, come si svolgeranno le prove scritte ed orali. I particolari in una scheda

di redazione
ipsef

Il bando di concorso a cattedra ha dato  indicazioni su come si svolgeranno le prove scritte e orali, che confermano quanto già indicato da Orizzonte Scuola.

La prima prova scritta o scrtto-grafica per i posti comuni e di sostegno sarà "computer based" (quindi il candidato potrà leggere i quesiti e rispondere attraverso una piattaforma online). La durata è stata determinata in 150 minuti e consterà di 8 quesiti, di cui 6 a “risposta aperta” di carattere metodologico – didattico – organizzativo - legislativo.

Per il sostegno, gli 8 quesiti,di cui 6 a “risposta aperta” saranno inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di sostegno, nonché finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all'inclusione scolastica degli alunni disabili.

Sia per i posti curriculari che di sostegno, degli otto quesiti, 2 saranno in lingua straniera, al fine dell'accertamento delle competenze al livello B2. Le lingue che potranno essere scelte sono: francese, inglese, spagnolo e tedesco. La scelta dovrà avvenire al momento dell'iscrizione. Per quanto riguarda la scuola primaria, è obbligatoria la lingua inglese. Le due domande di lingua saranno, secondo le ultime indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, a risposta chiusa e non più a riposta aperta. In pratica il docente dovrà scegliere tra più opzioni 4 o 5 inerenti la comprensione di un testo.

La prova scritta avrà luogo entro il prossimo mese di aprile e la data/le date saranno pubblicate nella G.U. del 12 aprile p.v.

Per quanto riguarda la prova pratica a carattere laboratoriale, essa verterà sugli stessi programmi della classe di concorso. Essi sono raccolti nell'allegato A. Nel caso in cui, nell'allegato A, non ci siano indicazioni sulla durata delle prove, essa sarà determinata dalla commissione.

La prova orale ha la durata di 45 minuti (35 minuti di lezione simulata, preceduta da un'illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche, 10 minuti di interlocuzioni con il candidato, da parte della commissione sui contenuti della lezione e anche sui fini dell'accertamento della conoscenza della lingua straniera). La prova orale ha ad oggetto i contenuti disciplinari di insegnamento e aluta la padronanza delle discipline stesse, nonché la capacità di di trasmissione e progettazione didattica, anche con riferimento alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Anche la prova orale dovrà valutare la padronanza linguistica di livello B2 in base alla lingua scelta. Per primaria sarà obbligatorio l'inglese.

Per il sostegno, la prova orale valuterà le competenze del candidato nelle attività di sostegno all'alunno con disabilità volte all'pprendimento della lezione curricolare, nonché la relativa capacità di trasmissione e di progettazione didattica con riferimento alle diverse tipologie di sostegno, anche mediante l'impiego delle tecnologie normalmente in uso presso le scuole. Anche per il sostegno, l'orale dovrà testare le competenze in lingua straniera.

Riguardo al punteggio, le commissioni dispongono di 100 punti, 40 per prove scritte, grafiche e pratiche, 40 per la prova orale, 20 per i titoli.

Concorso scuola docenti, ecco i bandi. Iscrizioni dal giorno 29 febbraio al 30 marzo

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza