Martedì, 24 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Come i docenti A019 fase C possono valorizzare ora alternativa IRC

di redazione
ipsef

Prof. Romano Pesavento Presidente Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani - Il Coordinamento nazionale docenti della disciplina dei Diritti umani, in seguito alle dichiarazioni del segretario dello Snadir, Orazio Ruscica, circa l’utilizzo dell’organico di potenziamento (piano di assunzione fase C, previsto ex legge 107/2015 e dal DDG 767/2015 d'assunzione) nell’ora alternativa alla religione, precisa che quanto espresso dall’esponente sindacale collima sostanzialmente con ciò che noi da tempo evidenziamo.

Infatti, nella nota esplicativa del 09/09/2015, inviata dal dott. Giuseppe Bonelli, MIUR- DG Personale della scuola, si sottolinea che “l'insegnamento alternativo alla religione cattolica prevede prevalentemente un programma relativo ai diritti umani e la possibilità, per le scuole che lo attivano, di avvalersi, in assenza di disponibilità interne, di personale a tempo determinato della classe A019”.

Pertanto, in conformità con quanto disposto in merito alle funzioni dei docenti dell’organico di potenziamento ed all’utilizzazione dell’organico a disposizione della scuola (in particolare, circolare ministeriale prot. n. 30549 del 21.09.2015 avente ad oggetto “l’acquisizione del fabbisogno dell’organico del potenziamento propedeutica all’attuazione della fase C del piano assunzionale” e nota ministeriale Prot. nr. 26483 del 7 marzo 2011 relativa al “pagamento delle attività alternative all’insegnamento della religione cattolica”), laddove negli istituti scolastici risultassero presenti docenti appartenenti all’area di potenziamento sulla legalità, con particolare riguardo agli abilitati alla classe di concorso A019, gli stessi dovranno essere impiegati in via prioritaria per l’insegnamento della materia alternativa Diritti Umani e non come meri supplenti, il cui compito consiste esclusivamente nel effettuare supplenze afferenti a discipline, per le quali, molto spesso, non sono in possesso di abilitazione (es. italiano, matematica o, addirittura, sostegno). Condividiamo, pertanto, la posizione espressa dallo SNADIR, secondo la quale l’ora alternativa non deve essere destinata a docenti di altre aree di potenziamento per la realizzazione di materie curriculari (matematica, inglese, economia), in quanto una simile disposizione farebbe venir meno la ratio che è alla base dell’istituzione dell’ora alternativa, determinando un’insuperabile disparità di trattamento tra chi opta per la materia alternativa e chi per l’IRC.

Riteniamo, pertanto, di prioritaria importanza che tali indicazioni non vengano disattese, allo scopo di contribuire, tramite l’insegnamento dei diritti umani come materia alternativa alla religione, alla diffusione capillare di valori, fondamentali, umani, ormai irrinunciabili per la corretta interpretazione dei fenomeni sociali intorno a noi e per la pacifica coesistenza tra le persone.

Ruscica, i docenti di fase C non possono insegnare ora alternativa IRC. Nessun calo di alunni che seguono religione

 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza