formazione docenti

edises

Classi di concorso atipiche a.s. 2013/14, poche le novità

ipsef

mnemosine

red - Proseguono con cadenza settimanale gli incontri al Miur per formulare la circolare sulle classi di concorso atipiche per l'a.s. 2013/14. Non si registrano sostanziali novità.

Snals - Da parte sindacale si è fatta presente l'opportunità di alcune modifiche, che non cambiano la sostanza dei contenuti proposti, ma che tendono a rendere più chiara la gestione del documento che sarà allegato al Decreto Interministeriale sugli organici e alla circolare ministeriale che ne accompagnerà l'emanazione.

Gilda degli Insegnanti - La delegazione Gilda-Unams ha rappresentato le difficoltà dei licei musicali per quanto riguarda l´organizzazione dei laboratori di musica di insieme e le lezioni di strumento musicale. In particolare la nostra delegazione ha chiesto che l´amministrazione emani una nota per spiegare che il monte orario dei laboratori è di 8 ore:
- 2 ore per la musica da camera;
- 2 ore per la musica corale,
- 2 ore per la musica per fiati
- 2 ore per la musica per archi.

In più la delegazione Gilda-Unams ha sollecitato l´amministrazione ad inserire anche un chiarimento sull´organizzazione delle lezioni di strumento musicale, specificando che le 2 ore dello strumento principale devono intendersi come 2 ore di lezione individuale per ogni alunno e non un´ora di lezione e un´altra di ascolto.
In riferimento ai licei artistici è stato ribadito che l´amministrazione dovrà specificare con apposita circolare che, per le classi di concorso atipiche, la suddivisione dovrà essere operata in base ai piani di studio, ai settori, alle articolazioni e alle varie opzioni.

UIL - Le confluenze per il prossimo anno scolastico, oltre alle classi prime, seconde e terze, riguarderanno anche le classi quarte, coinvolte nel riordini del secondo ciclo.

In assenza del regolamento relativo al riordini delle classi di concorso, anche per il prossimo anno scolastico, ai fini della costituzione degli organici e della mobilità, si dovrà fare riferimento alle attuali classi di concorso, integrate con le discipline degli ordinamenti delle quattro annualità del corso degli studi di secondo grado.

Al fine di gestire la fase transitoria, il Miur, come già negli anni precedente, ha predisposto delle tabelle di confluenza delle classi di concorso per le quattro annualità alle quali si applicherà la riforma.
Gli insegnamenti che troveranno confluenza in più classi di concorso del precedente ordinamento verranno trattati come insegnamenti "atipici".

Al fine di non creare situazioni di criticità nell'assegnazione degli insegnamenti "atipici", come chiesto dalla UIL nel precedente incontro, sono state definite regole più certe che favoriscono prima di tutto la continuità e che dovranno far riferimento all'indirizzo e al curricolo adottato dalla scuola.

Il prossimo incontro è calendarizzato per il 28 febbraio 2013.

Versione stampabile
anief

In evidenza