Mercoledì, 29 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Chiarimenti classe di concorso A03/A07. Lettera

di redazione
ipsef

Estermaria Baldassarri - Ho letto il post pubblicato dalla vostra Redazione, inviato qualche mese fa dai colleghi della classe di concorso A07 Grafica, e credo sia il caso di fare molta chiarezza sulle affermazioni, anche di carattere normativo, fatte dagli stessi con imprecisione, ed in alcuni casi troppa convinzione.

L'attuale Liceo Artistico con Indirizzo Audiovisivo e multimediale, non è altro che una revisione in termini di orario -apparente riduzione del monte ore di Laboratorio e cioè dalle precedenti 8 ore da 50 minuti per il secodo biennio alle attuali 6 da 60 minuti, e dalle precendenti 11 per il quinto anno, sempre da 50 minuti alle attuali 8 da 60-, del precedente Corso Sperimentale Michelangelo Indirizzo: Immagine fotografica, filmica e televisiva.

È molto importante ricordare che per l'insegnamento della Progettazione (nel Triennio) Audiovisivo e multimediale, secondo normativa vigente, viene richiesta e da sempre utilizzata, come principale classe di concorso, la A03 e non la A07 (per la quale sono previsti titoli di studio e abilitazione diversi) specifica invece per l'insegnamento della Progettazione Grafica nell'omonimo Indirizzo.

Spesso purtroppo però i Dirigenti scolastici, anzichè salvaguardare la titolarità dei docenti di Laboratorio D610 aventi sia il titolo di studio richiesto che l'abilitazione affine, privilegiano i colleghi di Grafica A07 senza considerare -con formale valutazione delle competenze didattiche e graduatoria di Istituto unificata- che i contenuti didattici che contraddistinguono e caratterzzano i due Indirizzi sono completamente diversi.

Spesso, per questo motivo, l'Audiovisivo e multimediale diventa un ibrido. Si deve anche ricordare che la Seconda prova Scritto-Pratica agli Esami di Stato indica nella busta, sotto il codice della stessa prova, la A03 e non la A07.

Appare evidente quindi, che la rivendicazione fatta con convinzione dai colleghi sia principalmente frutto di una conveniente ed errata consuetudine, purtroppo consolidata nel tempo, dettata dalla possibilità di attingere, in mancanza di docenti abilitati in A03 (ripeto: spesso richiesta in modo inappropriato e confuso dai Dirigenti) alle classi di concorso "Atipiche" come la A07, per completare la cattedra dei colleghi di Grafica, laddove ovviamente non siano presenti altri titolari sulla A03 da salvaguardare.

A tal proposito, vorrei ricordare che in realtà, da sempre, i titoli di studio richiesti per l'insegnamento della Progettazione in Audiovisivo e multimediale A03, sono molto diversi da quelli previsti per la Progettazione Grafica A07, e cioè, tra quelli indicati nella Tabella di valutazione vigente, per: *A03 ARTE DEL DISEGNO ANIMATO, MATURITÀ EX ISTITUTO D'ARTE, OPPURE IMMAGINE FOTOGRAFICA, FILMICA E TELEVISIVA, EX CORSO SPERIMENTALE MICHELANGELO. *A07 ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA EX A06 UNITA AD A07 NEL PRECEDENTE ACCORPAMENTO DELLE CLASSI DI CONCORSO, CON OMONIMA MATURITÀ EX ISTITUTO D'ARTE, O INDIRIZZO GRAFICA PUBBLICITARIA, EX CORSO SPERIMENTALE MICHELANGELO. È MOLTO CHIARO, QUINDI, CHE LA A07 NON È MAI STATA CONSIDERATA "SPECIFICA" MA SOLO "ATIPICA", OSSIA UTILIZZATA PER SALVAGUARDARE LA TITOLARITÀ DEI COLLEGHI PERDENTI POSTO IN GRAFICA. Vedere anche: NOTA MINISTERIALE N. 3119 DEL 1 Aprile 2014.

Inoltre, valutando attentamente, le attuali classi di concorso "Atipiche" non si comprende come la A07 sia considerata tale, ovvero affine alla A03 e non viceversa. Se non sussistono altri motivi di diversa natura, questa incongruenza normativa favorisce palesemente, da tempo, i colleghi di Progettazione Grafica e Laboratori affini D612/D613, a discapito dei docenti di Laboratorio D610 Arte della fotografia e cinematografia, spesso unico Laboratorio presente nel Piano di studio. Bisognerebbe quindi, per non creare favoritismi chiarire e modificare definitivamente anche questa imprecisione.

In tal senso l'ultima Bozza (2016) delle nuove classi di concorso rispetta abbastanza la specificità dei contenuti disciplinari per l'Indirizzo Audiovisivo e multimediale, anche se, a mio avviso, alcuni titoli di studio appena aggiunti, non sono particolarmente attinenti come, ad esempio, quelli di Grafica. La prima Bozza era perfetta.

*Consiglio comunque ai docenti interessati, di ottenere chiarimenti verificando le informazioni sul Sito Internet del Liceo Artistico di Urbino, storica Scuola del Libro, che da sempre offre un percorso di studio in entrambi gli Indirizzi.

Docente in ruolo da anni sulla D610 Laboratorio Audiovisivo e multimediale, abilitata sia in A03 che in A07.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza