Visualizza versione mobile

Venerdì, 29 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Bambino autistico procura una caduta alla maestra, denunciati i genitori per "omessa educazione"

di redazione
ipsef

Ha spinto la maestra, lei è caduta e si è infortunata: da qui la denuncia ai genitori per “aver omesso di aver impartito al figlio la dovuta educazione”. Il ragazzino però è autistico, anche se lieve. 

La vicenda è accaduta ad Olbia. Al momento del fatto non c'era ancora la diagnosi, ma era comunque iniziato l'accertamento ed i docenti erano al corrente.

Pochi giorni fa si è tenuta la seconda udienza del processo in cui sono imputati i genitori del bambino, che oggi ha 10 anni. 

Sono passati esattamente due anni da quando il bambino tirò un calcio e diede una spinta alla maestra che cercava di fermarlo, mentre correva per la classe e cercava di uscire. Lei cadde a terra ma poi si rialzò e continuò la lezione. Poi, tornata a casa, andò al pronto soccorso ed ebbe una prognosi di 15 giorni.
Due mesi dopo, la maestra ha denunciato i genitori e non ha ritirato la denuncia neanche cinque mesi dopo, quando è arrivata la diagnosi definitiva di autismo.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza