Venerdì, 01 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Assunzioni scuola: 1600 in 3 anni in Trentino

di Patrizia Del Pidio
ipsef

Nella scuola del Trentino Alto Adige nei prossimi 3 anni saranno assunti 1600 insegnanti provenienti dalle graduatorie provinciali e da precedenti concorsi per un numero pari a 900, mentre gli assunti dal nuovo concorso saranno pari a 600 unità.

Dei 600 assunti dal nuovo concorso 447 posti saranno assegnati ai vincitori per coprire l’attuale fabbisogno mentre altri 123 saranno assunti tra coloro dichiarati idonei  . Previste anche altre 100 assunzioni dalle graduatorie del concorso per lingua straniera nella scuola primaria (indetto nel dicembre 2016).

Questo è quanto è stato previsto dal piano di assunzioni 2016/2019 approvato dalla giunta provinciale per il prossimo triennio.

“L’obiettivo è mettere ordine nel sistema, in un’ottica di chiarezza, per fare in modo che nei prossimi anni il corpo docente della nostra scuola possa operare in un quadro di certezza e stabilità” ha dichiarato il presidente e assesssore dell’istruzione Ugo Rossi rimarcando che “Con questo piano, proseguiamo dunque sulla strada delle stabilizzazioni del personale docente, già avviata nei due precedenti anni scolastici, finalizzata al potenziamento dell’organico da destinare alle immissioni in ruolo, che ci porterà a dare risposte definitive a chi si trova nelle graduatorie provinciali, che saranno progressivamente esaurite”. “Come già annunciato – ha aggiunto Rossi – nel concorso che abbiamo indetto oggi, saranno riconosciuti punteggi specifici ai titoli di abilitazione, alla conoscenza delle lingue straniere e alle metodologie didattiche e verrà valorizzata l’attività svolta dai docenti delle scuole trentine”. “La Provincia, come espressamente stabilito anche dalla Corte costituzionale, ha in materia di istruzione competenza di tipo concorrente, quindi deve rispettare i principi della normativa statale. Tuttavia, la Provincia, utilizzando la propria competenza, ha aumentato i fabbisogni concorsuali intervenendo sull’organico”  ha concluso il presidente.                                                                                                                                                        

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza