Mercoledì, 29 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Alternanza scuola-lavoro: protocollo d'intesa MIUR-Italia Nostra

di redazione
ipsef

In data odierna, 24/02/2016, il MIUR ha stipulato un protocollo d'intesa con l'associazione Italia Nostra Onlus, il cui fine è di rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro, anche alla luce delle nuove disposizioni presenti nella legge n. 107/2015 relativamente all'alternanza scuola-lavoro. 

Il MIUR e Italia Nostra, ciascuno secondo le proprie competenze e responsabilità, ripsettando  principi e scelte di ciascuna istituzione scolastica autonoma si propongono, con il detto Protocollo d'intesa, di promuovere la collaborazione, il raccordo ed il confronto tra il sistema dell'istruzione e formazione professionale e il sistema delle imprese, al fine di:

• favorire lo sviluppo delle competenze degli studenti nel settore di riferimento;
• coniugare le finalità educative del sistema dell'istruzione e istruzione e formazione professionale in raccordo con le esigenze del mondo produttivo e le opportunità occupazionali del settore, nella prospettiva di una maggiore integrazione tra scuola e lavoro.

Gli impegni comuni assunti da MIUR e di Italia nostra  sono illustrati nell'articolo 2:

1. definire iniziative e attività, anche a livello territoriale, per la realizzazione di tirocini formativi in aziende ed imprese del settore;
2. proporre l'attivazione di esperienze di alternanza scuola-lavoro attraverso il raccordo tra le imprese associate e le Istituzioni scolastiche;
3. attivare iniziative di informazione rivolte agli studenti e ai docenti delle Istituzioni scolastiche al fine di rendere i percorsi formativi quanto più connessi
alle mutevoli esigenze del mercato del lavoro;
4. concordare l'organizzazione di attività di orientamento a livello territoriale: per gli studenti delle Scuole medie inferiori, al fine di presentare l'offerta formativa degli Istituti professionali e degli Istituti tecnici e dei Licei del settore; I per gli studenti dell'ultimo anno delle Scuole superiori, quale orientamento in uscita e avvicinamento alle prospettive occupazionali offerte dal territorio;
5. formulare proposte congiunte per favorire la programmazione, da parte delle Istituzioni scolastiche, nell'ambito della flessibilità organizzativa e gestionale derivante dall'autonomia, di specifiche attività volte ad integrare l'offerta formativa, elaborando, ad esempio, unità formative concernenti competenze richieste dallo specifico mercato del lavoro.

Italia Nostra, inoltre, si impegna a costituire elenchi di aziende e imprese disponibili, a livello territoriale, ad accogliere studenti in progetti di alternanza scuola-lavoro e a svolgere azioni di monitoraggio delle attività poste in essere, anche al fine di far esprimere alle imprese coinvolte una valutazione attinente alla preparazione degli studenti accolti.

Ai fini suddetti, viene creato un comitato paritetico che dovrà svolgere i seguenti compiti:

  • l'organizzazione delle iniziative di informazione e di orientamento di cui all'Art. 2 del presente Protocollo d'intesa;
  • la predisposizione di convenzioni relative alla realizzazione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro da mettere a disposizione delle Istituzioni scolastiche e delle aziende e imprese del settore;
  • il monitoraggio dell'efficacia degli interventi di alternanza scuola-lavoro in termini di crescita delle competenze professionali acquisite dagli studenti, attraverso la raccolta delle valutazioni espresse da questi ultimi in relazione all'efficacia e alla coerenza dei percorsi con il proprio indirizzo di studio;
  • la raccolta delle valutazioni dei Dirigenti Scolastici, in ordine alle strutture con le quali sono state stipulate convenzioni relative alle iniziative di alternanza scuola-lavoro realizzate, con evidenza della specificità e del potenziale formativo e delle eventuali difficoltà incontrate nella collaborazione;
  • l'analisi delle richieste emergenti del mercato del lavoro del settore al fine di predisporre elementi di informazione utili alla individuazionejrimodulazione di
  • nuovi profili professionali e delle connesse competenze al fine di garantire ai giovani le migliori opportunità di occupabilità.

Il Comitato avrà il compito di predisporre annualmente una relazione da inviare al Direttore Generale per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del sistema nazionale di istruzione ed al Presidente di Italia Nostra, in cui dovrà riportare le iniziative assunte, i punti forza e di criticità nell'attuazione del Protocollo d'intesa, le eventuali modifiche o integrazioni eventualmente necessarie.

La partecipazione ai lavori del Comitato è a titolo gratuito e senza alcun onere per l'Amministrazione.

Il Protocollo avrà la durata di tre anni.

Il Protocollo
 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza