Martedì, 24 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Alternanza scuola-lavoro: entusiasmo degli alunni e difficoltà delle Scuole

di redazione
ipsef

L'alternanza scuola-lavoro, nonostante le difficoltà riscontrate dalle Istituzioni scolastiche, sembra essere gradita agli allievi, che hanno già iniziato i percorsi resi obbligatori dalla legge n. 107/2015. 

Radio 24 riporta i commenti di alcuni allievi, come ad esempio quello di Chiara: "Sono Chiara, quest’anno ho iniziato l’esperienza della scuola-lavoro. Sono capitata in una banca e il progetto mi sta interessando molto, soprattutto nella parte di marketing». Chiara, 16 anni, terzo liceo scientifico a Milano".

Se, da un lato, gli allievi sono molto interessati e motivati a svolgere i percorsi di alternanza, dall'altro si registrano le difficoltà delle istituzioni scolastiche nello stipulare convenzioni con imprese e aziende per far svolgere l'esperienza lavorativa ai propri alunni.

Oltre alle suddette difficoltà, un'altra criticità - evidenziato da Rusconi, vicepresidente dell'ANP -  è quella relativa alla formazione degli insegnanti coinvolti nei percorsi di alternanza scuola-lavoro, formazione che non è ancora iniziata ma che risulta essere di fondamentale importanza per l'efficacia dell'azione svolta. L'esperienza presso le imprese, infatti, non può esaurirsi in azienda ma deve essere anche oggetto di riflessione con i docenti coinvolti.

Riguardo alla formazione relativa all'alternanza scuola-lavoro,  sono state fornite indicazioni nella nota MIUR n. 35 del 7 gennaio 2016, avente per oggetto l'indicazioni per l'elaborazione del Piano triennale di formazione del personale.

Nella nota in questione  si indica, tra quelle da affrontare nell'ambito delle attività formative rivolte ai docenti, la tematica dell'alternanza scuola-lavoro; tale attività formativa , tuttavia, deve essere prima organizzata e svolta a livello nazionale coinvolgendo il più ampio numero possibile di docenti; le conoscenze e le competenze acquisite dai docenti partecipanti dovranno poi essere "trasferite" a livello di singola istituzione scolastica.

Auspichiamo che la detta formazione inizi al più presto così da permettere, nell'arco temporale di 2/3 anni, l'entrata a regime dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, senza tradire quelli che sono gli obiettivi primari: incrementare la capacità orientativa e le opportunità di lavoro dei nostri ragazzi.

Tutto sull’alternanza
 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza