Giovedì, 30 Giugno 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

"Aboliamo gli esami di maturità". Il videoappello ironico di una prof siciliana al ministro

di redazione
ipsef

“Abolire gli esami di Stato”: questo il messaggio che una professoressa di storia e filosofia del liceo classico Gargallo di Siracusa, Mariateresa Asaro, ha indirizzato al ministro della Pubblica Istruzione, Stefania Giannini.

In un videomessaggio dal titolo “La scuola delle finestre che piangono”, che già si sta espandendo sui social, con un tono un po’ satirico, chiede di “liberare gli studenti dalla calamità angosciante, frustrante degli esami di Stato”, o, almeno, di eliminare la figura dei commissari esterni e tornare alle commissioni interne. Analizza in modo molto ironico alcune situazioni che talvolta si presentano agli esami mettendone in pericolo la validità, come studenti che copiano agli scritti, commissari esterni che pur di dimostrare la loro preparazione pongono ai maturandi “domande complesse ed ermetiche”, anche la corsa alle raccomandazioni.

Un argomento che è stato molto dibattuto e che divide, infatti la professoressa dice : “So di scatenare una profonda indignazione in uomini, donne , bambini, studenti e colleghi, ma basta arrivare ad un compromesso per ridare dignità agli esami di Stato. Non sarebbe giusto affidare il giudizio dei ragazzi ad una commissione interna? Forse non sono adeguati 5 anni per poterli valutare?”

Ed è solo la prima puntata...

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza