Visualizza versione mobile

Lunedì, 25 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

12 gennaio precari in piazza. 'Abilitati' all'insegnamento? No! al precariato! No al concorso. Lettera

di redazione
ipsef

Simonetta Romano - Non si può fare un nuovo concorso con più di 100.000 precari storici da stabilizzare.

Noi docenti di seconda fascia d'istituto non ci rassegniamo !!! Siamo disposti a tutto per rivendicare i nostri diritti !!!

La 'buona scuola' ci ha esodati , schiacciati, annullati, mortificati e uccisi professionalmente!!

Accanto a noi di seconda fascia, impiegati su supplenze brevi o con contratti al 30 giugno in spezzoni su 2-3 scuole nella migliore delle ipotesi, ci sono l docenti di ruolo della fase 'Renzi' x y z ...senza un giorno di servizio in tasca, che ci chiedono aiuto, sostegno, consigli, soluzioni, progetti, strategie didattiche .

Nulla contro i colleghi che, ovviamente, come noi hanno subito la riforma...loro in positivo, noi in negativo! A dadi tratti....il servizio non è nulla?

Nulla un cavolo!!!!! Il servizio é sudore, fatica, sacrificio....il servizio è competenza, conoscenza,esperienza, merito!!!!!!!!!!

A coloro che saccentemente ci dicono che dobbiamo superare un concorso pubblico per entrare legittimamente di ruolo nella scuola rispondiamo che la scuola pubblica non può usarci per 12-15 anni o più, per poi buttarci via, oltretutto dopo essere stati obbligati ad un'abilitazione a pagamento in cui non abbiamo imparato nulla se non che il mondo dell'università è distante anni luce dai reali problemi della scuola oggi. Il tutto non per arricchire noi con gli strumenti di un mestiere che possedevamo già ...ma solo per arricchire le casse delle università. Finiamola con questi soprusi! Siamo stanchi! Anzi esausti!

Siamo gli ultimi nelle scuole dove lavoriamo! Sempre con stipendi irregolari! Precari nel lavoro, precari nella pianificazione delle nostre vite a quasi quarant'anni.

Abbiamo investito i nostri anni migliori nella scuola, ci siamo formati a caro prezzo tra master, corsi di specializzazione, corsi di informatica o di lingua straniera e,non ultima, l' abilitazione all'insegnamento!!!

Abbiamo sofferto nei periodi di disoccupazione, ogni estate con la paura di non lavorare nell'anno seguente,nelle attese per le convocazioni, nelle delusioni quando non toccava a noi. Abbiamo gioito ogni giorno in classe perché per fortuna ci sono loro ...i nostri alunni....seppure estemporanei ...noi per loro e loro per noi...al centro dei nostri obiettivi quotidiani.

Siamo ovviamente tutti pronti a batterci per vincere il concorso, se fosse l'ultima spiaggia...ma non possiamo tollerare l'idea di non avere futuro se il concorso andasse male.

Chè ci venga garantito il doppio canale!!! Chè il nuovo sistema di reclutamento entri in vigore solo dopo la stabilizzazione della seconda fascia d'istituto!!!

Chè ci sia futuro per i tre quarti di precari che non supereranno questo concorso-farsa che forse servirà solo alla politica per mettersi in pace una coscienza sporchissima o, ancora una volta, per metterci gli uni contro gli altri!

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza