Martedì, 31 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

La 107 voleva debellare la "supplentite": le scuole sono invece a caccia di docenti

di Giulia Boffa
ipsef

E' partita la caccia al supplente nelle scuole del Nord: è stata presentata anche un'interrogazione parlamentare al ministro per una situazione definita grave e preoccupante. 
Le graduatorie ad esaurimento sono state svuotate dal maxi piano di assunzioni della legge 107, e quando le scuole hanno bisogno di supplenti per le malattie o per altre assenze più o meno brevi degli insegnanti, non trovano personale a disposizione. 

E' così che si accettano le disponibilità mandate con la semplice messa a disposizione, anche di personale che sta ancora studiando per ottenere il titolo di laurea, dopo che però  si è costretti a smistare gli studenti nelle classi anche per 20 giorni. Molti docenti cercano di aiutare le scuole chiedendo ad amici e conoscenti provvisti di titolo se sono disponibili a svolgere supplenze, alla faccia della supplentite.

Appena però una scuola chiama per una supplenza al 30 giugno, i supplenti lasciano l'incarico breve senza penalizzazione: ed ecco che in alcune scuole si arriva a cambiare dai 3 ai 4 docenti in pochi mesi, o addirittura dodici supplenti in un solo quadrimestre come è successo in una primaria di Roma.

Supplenti primaria: emergenza a Brescia e Treviso. Si assumono anche tirocinanti SFP. Faraone: risolveremo con il concorso

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza