Mobilità: precedenze, passaggi di ruolo e cattedra, annullamento, sequenza operazioni per il sostegno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Il trasferimento ottenuto annulla la continuità di scuola

Giulia – Gentilissima, insegno da 16 anni nello stesso liceo classico e quest’anno vorrei chiedere trasferimento in un altro liceo e solo in questo. Nel caso la mia domanda di mobilità non venisse accettata cosa accadrebbe nella prossima graduatoria di istituto  nel quale attualmente insegno (a.s. 2017/18)? L’aver presentato domanda di trasferimento mi penalizzerebbe? Quanti punti mi verrebbero tolti per aver fatto domanda di trasferimento?  La ringrazio e chiedo perdono per il disturbo.

Chi si muove da posto comune a posto comune precede i movimenti da sostegno a posto comune

Elisabetta – sono una docente di ruolo su sostegno senza piu’ vincolo quinquennale. Avendo presentato domanda di trasferimento su posto comune, volevo sapere se partecipero’ al movimento insieme alle insegnanti che gia’ sono sulla comune e chiedono la stessa scuola che ho chiesto io ( in base al punteggio) oppure se loro avranno la precedenza su di me pur avendo meno punteggio. Grazie per una vostra risposta.

I neo immessi in ruolo non possono richiedere passaggio di cattedra/ruolo

Giulia  – Buonasera,  le scrivo perché ho letto che i neo-immessi in ruolo dall’01/09/2016 non potranno chiedere il passaggio di cattedra nella richiesta di mobilità di quest’anno, poiché per farlo è necessario aver passato l’anno di prova.  La prima domanda è: ho capito bene? La seconda domanda è: io sono neo-immessa, la mia scuola ha già fissato l’esame di passaggio dell’anno di prova per il 6 giugno… non ho proprio modo di fare domanda di passaggio di cattedra, neanche “con riserva”? Scusi la doppia domanda ma per sarebbe estremamente importante chiarire questo punto. Grazie mille e scusi il disturbo, cordiali saluti.

Tra passaggio di ruolo e trasferimento non è possibile dare un ordine di priorità

Sara – Buongiorno, il passaggio dalla A043 alle A051 o alla A050 si chiama passaggio di ruolo o passaggio di cattedra?  Se si chiede il trasferimento ad un’altra scuola per la A043 e contemporaneamente il passaggio alla A051 si può scegliere la priorità?

Non è possibile ricongiungersi alla sorella

Docente – Buonasera, ho diritto ai 6 punti se sono nubile e chiedo il ricongiungimento nel comune di residenza di mia sorella dove risiedo anche io da molti anni? Attendo un vostro gentile riscontro. Saluti.

Come dichiaro gli anni svolti in piccole isole?

Pietro  – Buonasera,  ho creato la bozza della domanda di mobilità, ho inserito gli anni di servizio ma non so come inserire quello in piccole isole si tratta di tre anni di preruolo) né quello di continuità nell’attuale scuola. Devo raddoppiare gli anni (cioè indicare i 3 anni su piccole isole come 6) o solo dichiararlo negli allegati? E la continuità nell’attuale scuola? (tre anni, quindi 2 punti per anno) devo sol indicarla negli allegati? Grazie.

Passaggio di ruolo e anni svolti su posto comune e posto di sostegno. Chiarimenti

Scuola – Si chiede, gentilmente, chiarimenti per una docente di scuola infanzia che vuole fare passaggio nella scuola primaria. Si precisa che la docente è stata immessa in ruolo dal 01/09/2010 posto sostegno, ha prestato per n°5 anni di ruolo nel sostegno, nell’a.s. 2015/16 ha ottenuto il passaggio nella comune infanzia, in fase di passaggio nella scuola primaria per l’a.s. 2017/18 il servizio svolto nel posto di sostegno viene considerato solo come altro ruolo in altra qualifica? In attesa di un vostro riscontro si porgono distinti saluti. la segreteria.

Il servizio pre ruolo su sostegno senza il possesso del titolo. Chiarimenti

Mariagrazia – Gentili consulenti di O.S., scrivo per avere alcuni chiarimenti a proposito del punteggio, abbiamo controllato la tabella di valutazione ma non abbiamo trovato una risposta chiara. Una mia collega, oggi di ruolo come insegnante di sostegno, ha prestato servizio di pre-ruolo sempre su materia e un anno su sostegno quando ancora non aveva conseguito l’abilitazione per le attività di sostegno. La collega mi fa notare che fino allo scorso anno il servizio pre-ruolo svolto sul sostegno senza il prescritto titolo veniva calcolato la metà (cioè il punteggio non era raddoppiato) e nell’allegato si indicava se il servizio era stato prestato con o senza titolo. Quest’anno invece nell’allegato d non compare la dicitura in possesso o non in possesso del titolo, quindi la collega si chiede come deve dichiarare questo servizio preruolo. Infine altro dubbio è se quest’anno il servizio preruolo già valutato 6 punti, verrà valutato 12 punti se prestato anche senza titolo? Certa di una risposta ringraziamo anticipatamente.

Precedenze per assistenza ai familiari. La suocera non è inclusa.

Celeste – vorrei sapere se tra le precedenze riconosciute dal contratto mobilità per il trasferimento provinciale , posso fare valere l’assistenza nella qualità di referente unico , a mia suocera, in quanto ne figli ,né il coniuge , per dati oggettivi, possono prendersene cura. Infatti mia cognata assiste  il padre (  anch’ egli disabile art.3 comma 3 ) e mio marito per motivi di lavoro fuori provincia non può assistere la madre.  Premetto che a tutt’oggi usufruisco , dei  tre giorni permesso retribuito al mese , presso l’istituzione scolastica in cui presto servizio. In attesa di Suo riscontro, porgo cordiali saluti.

Domanda di passaggio. Quale allegato compilare?

Elvira – Sono un’insegnante della primaria e chiedo quest’anno passaggio di ruolo alla scuola secondaria di II grado. Dopo varie risposte contraddittorie dei sindacati, giro a Voi la richiesta: nella domanda di mobilità quale Allegato D dovrò inserire, Allegato D primaria o Allegato D secondaria? Grazie.

Escluso dalla graduatoria interna posso inoltrare domanda di trasferimento?

Maria Cristina  – Salve, sono una docente entrata di ruolo nell’ A.S. 2014/2015, titolare in una istituzione scolastica nel mio comune di residenza. Usufruisco della precedenza L. 104/92 art. 21 – personale, ciò mi ha permesso di essere esclusa dalla graduatoria interna di istituto per l’individualizzazione dei perdenti posto- soprannumerari. Vorrei sapere: qualora decidessi di fare domanda di mobilità, mettendo solo alcune scuole di un comune di non residenza, potrei “ugualmente” far valere la precedenza sopraindicata per essere esclusa dalla graduatoria interna di istituto per l’individualizzazione dei perdenti posto? Se non sarà possibile far valere tale precedenza, qualora risultassi perdente posto, nella nuova istituzione scolastica, rischierei di finire negli ambiti non trovando posto nelle scuole? Spero di essere stata chiara nel formulare i miei dubbi. Grazie.

Dove inserire l’anno di decorrenza giuridica della nomina in ruolo

Flavia – Buon giorno, sono una docente chiamata in ruolo con decorrenza giuridica dal 01.09.2016, decorrenza economica dal 01.09.2017. Non mi è chiaro come compilare l’allegato D in quanto non trovo alcuna dicitura che corrisponda alla mia situazione; mi chiedo dunque se sia opportuno inserirne una da me appositamente formulata all’inizio delle dichiarazioni, e segnalare per ciascuna altra voce che i miei anni di servizio sono pari a zero (avendo lavorato in una scuola paritaria, non posso infatti dichiarare alcun servizio pre-ruolo). Ringrazio anticipatamente per l’attenzione.

Punteggio di ricongiungimento. Chiarimenti

Elvira  – Buongiorno, ho un dubbio sul punteggio per ricongiungimento al coniuge. In attualmente lavoro a Tivoli, risiedo a Roma e intendo chiedere alcune scuole del comune di Guidonia. Questo perché la posizione geografica (e di traffico!) della mia residenza (confinante con il comune di Guidonia) mi permette di raggiungere molto più facilmente le scuole di Guidonia rispetto a quelle di Roma. Quindi, secondo voi, posso far valere il ricongiungimento pur chiedendo un comune viciniore a quello di residenza?. Vi ringrazio molto.

Trasferimento: quando vengono meno i diritti di precedenza

Segreteria amministrativa  – Buongiorno, si sottopone alla Vostra attenzione quanto segue: un docente in qualità di tutore legale del genitore che è venuto a mancare da pochi giorni, può inserire nella domanda di trasferimento interprovinciale la precedenza visto che la tutela legale sarà ancora in essere al momento della scadenza della domanda di mobilità? Nel caso in cui nel dubbio, si procedesse ad inserire ugualmente la suddetta precedenza a cosa si potrebbe andare incontro? Distinti saluti.

La domanda di passaggio di ruolo è “volontaria”

Benedetta  – Salve, sono una docente di materie letterarie, a tempo indeterminate, presso una scuola secondaria di primo grado di Napoli. Purtroppo risiedo in un piccolo paese in Provincia di Avellino,  Ed ho I genitori di eta’79 e 76 Anni. Vorrei provare a fare la domanda di passaggio alle superiori x avvicinarmi ai miei genitori e Vorrei compilare la domanda solo enunciando 5 istituti vicini Al mio paese di residenza. Il mio dubbio e’ se non riuscissi ad avere il passaggio in nessuna delle 5 scuole scelte, rimarrei nella mia scuola di titolarita’ lontana, ma dove mi trovo bene? Oppure finirei nel calderone degli ambiti, poiche’chiedo un trasferimento? Grazie e buon lavoro.

 

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief