Mobilità 2017, preferenze su scuole speciali (Istruzione adulti, carcere, ospedale) e valutazione delle domande

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

Per la mobilità 2017/18 le preferenze esprimibili nelle domande di trasferimento e passaggio, come più volte ribadito da OrizzonteScuola, sono 15 e devono essere indicate nella specifica sezione del modulo-domanda come sottolinea l’art.9 dell’OM firmata in data 12 aprile.

Le preferenze possono essere del seguente tipo:

a) scuola

b)ambito territoriale

c)provincia

Possono essere espresse al massimo cinque preferenze per le singole scuole.

La preferenza per l’ambito di titolarità o la preferenza sintetica per la propria provincia di titolarità possono essere espresse unicamente per il trasferimento su altra tipologia di posto o per la mobilità professionale.

In caso di preferenza di ambito o provincia possono inoltre essere espresse, le seguenti disponibilità:

a) istruzione degli adulti, che comprende:

-corsi serali degli istituti di secondo grado

-centri territoriali riorganizzati nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA)

b) sezioni carcerarie ove esprimibili

c) sezioni ospedaliere

L’indicazione delle disponibilità vale per l’assegnazione agli ambiti nei quali sono presenti tali tipologie di scuole, senza tale specifica disponibilità non è possibile l’assegnazione a tali scuole e pertanto gli eventuali posti disponibili su ambito territoriale riferibili alle tipologie indicate non vengono considerati utili ai fini del trasferimento per quanti non abbiano esplicitamente indicato tali disponibilità.

L’indicazione di questa disponibilità rappresenta, quindi, per i docenti interessati, una sorta di precedenza per il trasferimento nell’ambito di interesse con disponibilità per queste tipologie di posti, se tali posti risultano essere le uniche disponibilità all’interno dell’ambito.

Come chiarisce il comma 5 del citato art.9, infatti, il personale che avrà espresso la propria disponibilità all’insegnamento su detti posti, potrà essere assegnato agli ambiti territoriali che li comprendono anche con punteggio inferiore a quanti non abbiamo espresso tale disponibilità. In caso di trasferimento avvenuto attraverso tale preferenza il personale è tenuto ad accettare la proposta di incarico per detti posti.

Qualora, invece, il trasferimento sia avvenuto per punteggio, il docente non ha vincolo ad accettare tali proposte.

I docenti che intendano rendersi disponibili per i posti “speciali”, quali istruzione adulti (a), sezioni carcerarie (b), sezioni ospedaliere (c), dovranno inoltre indicare se in caso di assegnazione all’ambito territoriale per naturale ordine di graduatoria intendano comunque rendersi prioritariamente disponibili per le tipologie di posto indicate. Nel caso si diano più disponibilità si segue l’ordine delle lettere a), b), c).

Mobilità 2017: si può compilare la domanda, le istruzioni. I modelli e autodichiarazione, i bollettini delle scuole e ambiti, le tabelle di vicinanza …

Mobilità scuola docenti 2017: vademecum compilazione domanda e modelli per dichiarazioni personali

Tutte le guide

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief