Liceo quadriennale. Si sperimenta su studenti eccellenti e in classi da 25 alunni. Vi piace vincere facile!

di redazione
ipsef

dp – Come far svolgere i programmi dell’intero ciclo in 4 anni? Basta selezionare gli studenti, scegliere i migliori, e inserirli in classi di massimo 25 alunni. Chissà come andrà questa sperimentazione … Non era il caso di sperimentare su alunni di media preparazione e in classi di 30 alunni?

dp – Come far svolgere i programmi dell’intero ciclo in 4 anni? Basta selezionare gli studenti, scegliere i migliori, e inserirli in classi di massimo 25 alunni. Chissà come andrà questa sperimentazione … Non era il caso di sperimentare su alunni di media preparazione e in classi di 30 alunni?

Presso l’istituto San Carlo di Milano è stato autorizzato l’avvio della sperimentazione dei licei quadriennali. Il mondo della scuola si chiede se la contrazione di un anno del percorso di studi sia una buona cosa da un punto di vista didattico, quindi si sperimenta e il Ministro rassicura affermando che saranno le competenze degli studenti alla fine del quarto anno che ci daranno la misura della realizzazione.

Iscriviti alla nostra FanPage di FaceBook

Su chi si sta sperimentando? Ed ecco trapelare le prime novità da un comunicato dell’associazione ASASI:

  • gli alunni coinvolti saranno alunni delle terze medie che riportano agli esami finali conclusivi del primo ciclo la votazione finale di 8-9-10 /10, consentendo di svolgere un lavoro didattico intensivo ed efficace
  • saranno inseriti in classi di 25 alunni
  • le lezioni si svolgeranno tutti giorni da lunedì a sabato in 5 ore settimanali al mattino
  • in tre pomeriggi si attiveranno iniziative di studio guidato con l’ausilio di docenti tutor esperti nella metodologia dello studio

Selezione anche per i docenti, che, oltre alla competenza metodologica e didattica e alla capacità di relazionare con gli studenti e i genitori, dovranno essere in possesso di specifiche attitudini nell’uso delle nuove tecnologie applicate alla didattica che risulterà pertanto interattiva e coinvolgente nella lezione, nella ricerca e nei sistemi di valutazione e d’interazione docente-studente.

Per quanto riguarda la didattica nel corso sperimentale, essa

  • sarà modulare e flessibile, che dovrà garantire i contenuti scolastici del quinquennio
  • utilizzerà le nuove tecnologie per le verifiche periodiche e la valutazione finale delle competenze.
  • utilizzerà i moderni mezzi di didattica interattiva e multimediale che favoriranno anche l’autovalutazione delle esercitazioni didattiche
  • gli studenti utilizzeranno il computer a casa anche per le ricerche e le esercitazioni, collegati in rete con la scuola e con i docenti del corso

In aggiunta alle ordinarie attività didattiche curriculari il Corso prevede, inoltre:

  • Azioni di tutoraggio e studio guidato
  • Partecipazione a seminari, convegni e stage didattici anche all’estero.
  • Incontri formativi con personalità del mondo della cultura, dell’economia, dell’industria.
  • Visite didattiche e giornate di studio presso le sedi istituzionali
  1. Primo anno visita alle istituzioni statali dell’Italia: Quirinale, Parlamento, Senato, Presidenza del Consiglio, CSM.
  2. Secondo anno visita al Parlamento Europeo: Bruxelles – Strasburgo
  3. Terzo anno: New York presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite.
  4. Quarto anno: incontri con studenti d’Italia che svolgono la medesima sperimentazione.

Ci poniamo solo una domanda: che valore ha una sperimentazione effettuata su alunni eccellenti, in classi dal numero ridotto rispetto alla realtà scolastica, e con dotazioni tecnologiche che il 90% delle scuole si sogna?

Insomma, una sperimentazione già sperimentata, con risultati scontati e con una soluzione che sarà estesa al resto della scuola che non potrà certo contare sulle condizioni delle scuole in cui si è sperimentato.

 Insomma, direbbe una nota pubblicità: vi piace vincere facile!

Vedi anche

Superiori con 4 anni di studio e non 5, si avvia la sperimentazione tra continuità politica e timori per nuovi tagli
red – Avviene presso il bresciano Liceo Carli la sperimentazione di un corso di studi della durata di 4 anni invece di 5. Gli studenti potranno svolgere l’esame al termine del quarto anno. Riproponiamo timori e dibattiti al tempo del Ministro Profumo. Leggi l’articolo

Diploma a 18 anni, in Europa solo la metà dei paesi. I dubbi dell’USB sulla sperimentazione
red – Siamo nel solco del dibattito sulla sperimentazione quadriennio superiori al fine di conformarci agli standard europei. Sicuri che nei paesi europei, gli studenti conseguano il diploma a 18 anni? Non in tutti, solo nella metà. Leggi l’articolo

Licei quadriennali. Interviene il liceo "Olga Fiorini": studenti trascorrono a scuola più ore dei tradizionali. ANDIS: necessaria flessibilità organici e oraria
red – Dopo aver accolto le preoccupazioni dei sindacati relativamente all’avvio della sperimentazione dei licei quadriennali, pubblichiamo due voci a favore, come è tradizione del nostro portale. Accogliamo i punti di vista di uno dei licei che ha avviato la sperimentazione e dell’associazione ANDIS. Leggi l’articolo

Versione stampabile
anief anief