Legge di stabilità, tutti i provvedimenti che riguardano la scuola: dalle 24 ore settimanali, alle scuole non statali. Pubblichiamo testo ufficiale e relazione tecnica.

di
ipsef

red – Gli argomenti: retribuzione assistenti amministrativi, blocco del contratto, permessi 104, razionalizzazione rete scolastica, docenti inidonei, sostegno, scuole non statali, USR regionali, progetti regionali precari ("salva-precari"), esonero commissine concorso, ferie non godute, studenti privatisti, orario docenti a 24 ore. Inoltre pubblichiamo il testo ufficiale e, in anteprima, la relazine tecnica del Governo sul provvedimento.

red – Gli argomenti: retribuzione assistenti amministrativi, blocco del contratto, permessi 104, razionalizzazione rete scolastica, docenti inidonei, sostegno, scuole non statali, USR regionali, progetti regionali precari ("salva-precari"), esonero commissine concorso, ferie non godute, studenti privatisti, orario docenti a 24 ore. Inoltre pubblichiamo il testo ufficiale e, in anteprima, la relazine tecnica del Governo sul provvedimento.

Assistenti amministrativi che sostituiscono i DSGA
Secondo il testo del Governo dall’0A.s. 2012/13 il pagamento è effettuato dalle direzioni proviciali del tesoro con ordinativi emessi in base a ruoli di spesa fissa. La retribuzione superiorie è pari alla differenza tra quanto complessivamente in godimento dall’ass. amm.vo e la retribuzione iniziale del DSGA.
 

Blocco contratto
A quanto pare è confermata la cancellazione del blocco del contratto e gradoni, nonchè l"indennità di vacanza contrattuale". Come anticipato dalla Gilda Forlì

Permessi 104
Stralciata la parte del testo in cui si tagliava del 50% la retribuzione dei permessi per la 104. I permessi saranno retribuiti e pagati interamente
 

Razionalizzazione della rete scolastica
Nel testo viene affrontata anche la questione della razionalizzazione della rete scolastica, alla luce delle sentenze che bocciavano il regolamento della Gelmini. La limitazione dei 600 alunni (400 per isole e aree disagiate) per l’assegnazione dei dirigenti viene limitata al 2012/13, stesso per DSGA. Dal 2013/14 i cirteri saranno concordati con le Regioni, fermi restando i risparmi stabiliti dalla legge 183/2011. Per questo punto la nostra redazione ha già pubblicato il testo della Bozza dell’intesa tra stato e regioni.
 

Docenti inidonei
Nella nuova bozza del DDL Stabillità spunta un comma per il personale inidoneo ad altri compiti che sarebbe costretto, secondo la spending review, a transitare nei ruoli ATA. Esso riguarda la possibilità, per coloro che vogliono sottoporsi nuovamente a visita medica di rientrare nei ruoli del personale docente. I passi della bozza. "Il personale docente dichiarato dalla commissione medica permanentemente inidoneo alla propria funzione per motivi di salute può chiedere di essere sottoposto nuovamente a visita medico collegiale al fine di accertare il recupero dell’idoneità all’insegnamento in caso di esito favorevole interessato rientra solo su posti vacanti e disponibili nei ruoli del personale docente nella sede di titolarità retribuita secondo le procedure e le modalità stabilite dalla contrattazione collettiva nazionale sulla mobilità del personale docente."

Sostegno.
Novità anche per la valutazione della diagnosi funzionale per l’assegnazione del docente di sostegno. Il comma della bozza: "Le funzioni di valutazione della diagnosi funzionale propedeutica all’assegnazione del docente di sostegno all’alunno disabile di cui all’articolo 19, comma 11, del decreto legge 6 luglio 2011, numero 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 1011, numero 111, sono affidate all’istituto nazionale per la previdenza sociale (Inps), che le esercita anche avvalendosi del personale medico delle aziende sanitarie locali senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica con uno o più decreti del ministro dell’istruzione, dell’Università e della ricerca, di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e dell’economia e delle finanze, sentito Inps, da adottare ai sensi dell’articolo 17, comma tre, della legge 23 agosto 1988, numero 400, sono definite le modalità attuative del presente articolo".

Scuole non statali, arriva la stretta
La bozza della finanziaria modifica la legge 10 marzo 2000, n. 62, inserendo un tetto minimo di alunni per classe, e non solo

USR interregionali
Con lo scopo di risparmiare a livello di uffici, la bozza prevede, all’articolo 3 Comma 39 la costituzione di ufficio scolastici regionnali o interregionali.

Progetti regionali per i docenti precari
Il Ministero non intende reiterare il provvedimento Salvaprecari e nel DDL Stabilità vengono previsti soltanto i progetti regionali da 3 a 8 mesi, che garantiranno il punteggio ai docenti delle Graduatorie ad esaurimento che non hanno avuto il rinnovo del contratto.

Esonero membri commissioni esami di stato
Confermata l’imposibilità di chiedere l’esonero dal servizio per i membri delle commissioni giudicatrici del concorso a cattedra.

Ferie non godute, restano le indicazioni della precedente bozza
Nella bozza della Legge di Stabilità 2013 un trafiletto riprende il discorso del divieto di monetizzazione delle ferie non godute, art. 5 comma 8 della spending review
 

Studenti privatisti
Viene posto al 50% il limite di alunni privatisti agli esami di idoneità. Se la bozza sarà così approvata, inoltre, gli studenti privatisti per gli esami di idoneità dovranno rivolgersi a scuole statali o paritarie dei comuni di residenza dei candidati o, in mancanza, comunque della regione. Eventuali deroghe potranno essere autorizzate dal Direttore regionale della regione di provenienza.
 

Orario docenti a 24 ore
Il testo: "A decorrere dal 1 settembre 2013 l’orario di impegno per l’insegnamento del personale docente della scuola seconaria di primo e di secondo grado, incluso quello di sostegno è di 24 ore settimanali. nelle sei ore eccedenti l’orario di cattedra il personale docente non di sostegno della scuola secondaria titolare sul posto comune è utilizzato prioritariamente per la copertura di spezzoni orario disponibili nell’istituzione scolastica di titolarità, nonché per l’attribuzione di supplenze temporanee per tutte le classi di concorso per cui abbia titolo, per posti di sostegno, purché in possesso del relativo diploma di specializzazione e per gli impegni didattici in termini di flessibilità, ore aggiuntive di insegnamento, di recupero di potenziamento.
Le ore di insegnamento del personale docente di sostegno, eccedenti l’orario di cattedra, sono prioritariamente dedicate all’attività di sostegno e, in subordine, alla copertura di spezzoni orari di insegnamenti curriculari, per i quali il personale docente di sostegno abbia titolo, e l’istruzione scolastica di titolarità.
L’organico di diritto del personale docente di sostegno è determinato a decorrere dall’anno scolastico 2013/14, in misura non superiore a quello dell’anno scolastico 2012/13. Il periodo di ferie retribuito per personale docente di cui al presente comma è incrementato di 15 giorni su base annua
Il personale docente di tutti i gradi di istruzione fruisce delle ferie nei giorni di sospensione delle lezioni definiti dai calendari scolastici regionali ad esclusione di quelli destinati agli scrutini, all’esame di Stato ed alle attività valutative. Durante la rimanente parte dell’anno la fruizione delle ferie consentirebbero un periodo non superiore a sei giornate lavorative subordinatamente alla possibilità di sostituire il personale che se ne avvale senza che vengano a determinazione di aggiuntivi per le finanze pubbliche". Vai al nostro articolo


Scarica la bozza ufficiale

Scarica la relazione tecnica del Governo + La nostra estrapolazione alla relazione tecnica

Versione stampabile
anief anief