Immissioni in ruolo, docente di 67 anni lascia posto a collega più giovane

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nei giorni scorsi, abbiamo riferito sull’assunzione del docente più giovane d’Italia, della docente più anziana e della collega di francese sessantacinquenne che ha rifiutato il ruolo presso la scuola media.

Un’ altra rinuncia al ruolo arriva da una docente di sostegno –  scuola secondaria di I grado – di 67 anni.

La docente ha motivato il rifiuto con il fatto che ad aprile andrà in pensione e pertanto ha scelto di lasciare il posto ad una collega più giovane.

“A settembre di quest’anno -come leggiamo su “La Tribuna di Treviso” – avrò compiuto 67 anni. E in aprile andrò in pensione per limiti di età. Certo, se avessi avuto almeno dieci anni di lavoro davanti a me avrei colto al volo l’occasione del posto di ruolo. Ma così, come stanno le cose, non avrebbe avuto senso”.

Chiuderà, quindi, la carriera da precaria.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief