Graduatorie di istituto III fascia e TFA: può partecipare chi ha titolo utile all’insegnamento. Nota e decreto Miur su nuove classi di concorso

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sbloccata la situazione dei docenti in possesso di un titolo di studio valido ai sensi del DM 39/98 e ss.mm.ii. e del DM 22/2005 e ss.mm.ii.

Con l’entrata in vigore del nuovo regolamento sulle classi di concorso, il DPR 19/2016, era stato infatti precluso l’accesso ai vecchi titoli, in quanto in quel momento le graduatorie di istituto di III fascia erano state abolite dalla legge 107/2015. Ripristinate per un ultimo triennio, il 2017/20 con il Decreto Milleproroghe, il Miur ha dovuto ricorrere ad un decreto che sanasse la situazione.

Il Decreto Ministeriale n. 259 adottato il 9 maggio 2017 dispone la revisione e l’aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado come previste dal decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2016, n. 19, contenente disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento è in corso di registrazione presso i competenti organi di controllo.

Nel frattempo però il Ministero ha diramato la nota Miur di accompagnamento, in cui si chiarisce che coloro i quali, all’entrata in vigore del DPR n. 19/2016, siano in possesso di titoli di studio validi per l’accesso alle classi di concorso ai sensi del DM 39/98 e ss.mm.ii. e del DM 22/2005 e ss.mm.ii. possono partecipare alle prove di accesso ai percorsi di TFA di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 10 settembre 2010, n. 249 e presentare domanda di inserimento nelle graduatorie di Istituto per le corrispondenti nuove classi di concorso, come definite nelle tabelle A e B allegate al DPR n. 19/2016 e riviste dal D.M. n. 259/2017.

Pertanto, potrà presentare domanda per l’inserimento nella III fascia delle graduatorie di istituto, chi ha titolo utile all’insegnamento, ossia in regola con i CFU richiesti per l’accesso all’insegnamento.

La nota

Versione stampabile
anief anief