Gli psicologi quando lavorano per il sistema sono solo nocivi. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Fortunata Cammilleri – La trovata degli psicologi che dovrebbero accompagnare il lavoro del docente, nel difficile compito di educare i vari alunni a non si sa bene che cosa, è una pensata che contiene in sè molta ambiguità.

O è una trovata per far entrare gli psicologi a scuola perchè la categoria non riesce ad essere del tutto assorbita nei vari ambiti lavorativi. E’ senz’altro un modo subdolo di controllo degli insegnanti. Si provi solo ad immaginare quale assurdo ibrido ne verrebbe fuori… con lo psicologo che controlla l’operato dell’insegnante e, come come fosse un bambino, insegna come educare i fanciulli o gli adolescenti.

Gli insegnanti sono sfibrati da un sistema che li usura, che li dequalifica, che li uccide, giorno dopo giorno, che li umilia con uno stipendio da fame, ed ecco, giungere uno psicologo/a che con 3000 euro in tasca al mese gli insegna come educare bambini e adolescenti.

E’ la follia del sistema, non può essere altro che questa.

Versione stampabile
anief anief