Formazione docenti e piattaforma SOFIA, c’è obbligo di compilazione? Ha carattere sperimentale e non confluirà nel portfolio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A precisare è la UIL che, dopo l’incontro del 7 giungo presso il Ministero ha diffuso un resoconto per chiarire alcune questioni cruciali.

Innanzitutto, è  stato specificato durante l’incontro che l’avvio della piattaforma SOFIA ha carattere sperimentale, così come le attività ad essa connesse.

Altra questione riguarda il rapporto esistente tra piattaforma SOFIA e il portfolio professionale dei docenti. La UIL precisa che non esiste alcun automatismo. Le attività svolte  nella piattaforma non confluiranno nel Portfolio professionale del docente.

Fino a definizione contrattuale le attività formative  mantengono  un  carattere  personale, sono finalizzate ad agevolare il docente nella predisposizione di un  proprio curricolo professionale, per raccogliere le attività svolte e per impostare, su queste basi una successiva formazione; la piattaforma  registra unicamente il quadro delle iniziative formative cui un docente intende partecipare (o ha partecipato).

Sarà, quindi, il CCNL a definire modalità per la formazione dei docenti e ruolo della piattaforma.

Formazione obbligatoria docenti: on line la piattaforma digitale S.O.F.I.A.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief