Educare alla cittadinanza digitale: il compito della scuola. Risorse per la didattica

di redazione
ipsef

di M. Rosaria Fiorelli –  Qual è oggi il compito della scuola? E’cambiato rispetto al passato?

di M. Rosaria Fiorelli –  Qual è oggi il compito della scuola? E’cambiato rispetto al passato?

Come scrive A. Bencivenni1, in fondo no, perché anche oggi mira al successo formativo degli studenti, che, di fatto, si può tradurre nel dargli gli strumenti per una piena inclusione sociale ed una cittadinanza attiva.

Ma, in vero, anche sì, è cambiato: il mondo intorno a noi è mutato e con esso le competenze richieste ad un cittadino per essere tale.

In passato la scuola aveva il compito di alfabetizzare, oggi, invece, la questione è più complessa, infatti, non parliamo più di analfabetismo, ma di analfabetismo di ritorno, di analfabetismo funzionale, di analfabetismo informatico, e persino digitale.

In vero non ne parliamo da oggi, ma da anni. La Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio2 già nel 2006 indicava la “competenza digitale” come una delle otto competenze chiave per l’apprendimento e la definiva come il “saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dellinformazione”.

La legge 107/2015 3 e il successivo Piano Nazionale Scuola Digitale4

parlano di “realizzazione di attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti” (c. 58) e di azioni del Miur “al fine di sviluppare e di migliorare le competenze digitali degli studenti e di rendere la tecnologia digitale uno strumento didattico di costruzione delle competenze in generale”(c. 56).

Dunque l’educazione alla cittadinanza digitale è una necessità, non più un’opzione, è un dovere cui la scuola non può sottrarsi.

Ecco, allora, una raccolta di risorse (link a schede, video, glossari, raccolte, progetti, buone pratiche) da usare come spunto, come strumento per un’attività, una riflessione, un dialogo, un saggio breve, un progetto…come percorso o come attività occasionale, per riflettere su un episodio o per prevenirlo.

Oggi ci troviamo in un mondo in cui, a volte, “oggi i figli imparano ad attraversare la strada da soli”, in quanto le mamme non sono presenti in queste vie digitali e non possono dare insegnamenti come un tempo sulle strade reali.

Nel raccogliere questo materiale la scelta è stata quella di individuare schede, sintesi, video che possano offrire informazioni essenziali, stimoli di riflessione, suggerimenti utili e spunti, attingendo a fonti istituzionali o a progetti puntando alla tutela dai rischi, piuttosto che alla conoscenza delle opportunità, perché al momento, prima di proporre l’importanza della strada per andare lontano, sembra utile insegnare ai ragazzi ad attraversare la strada, proprio perché noi adulti siamo una generazione cui nessuno lo ha potuto insegnare!

http://www.slideshare.net/MRosaria_Fiorelli/educazione-alla-cittadinanza-digitale-v2

1.Perché il compito della scuola oggi è insegnare la cittadinanza digitale”, A. Bencivenni http://ischool.startupitalia.eu/14932/ischool-2/perche-il-compito-della-scuola-oggi-e-insegnare-la-cittadinanza-digitale/

2. Unione Europea, Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa a competenze chiave per l’apprendimento permanente, (2006/962/CE)

3. Legge 107 del 13.07.2015

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief